Brindisi, cinque messinesi nel mirino della magistratura: condannati per l’impianto fotovoltaico

La Regione, costituitasi parte civile, avrà diritto ad un risarcimento: l’accusa, a vario titolo, era di lottizzazione abusiva, violazioni ambientali ed abusi edilizi

giustiziaCinque cittadini messinesi sono stati condannati nell’ambito del processo sui parchi fotovoltaici installati in provincia di Brindisi. Per loro le accuse erano di abusi edilizi e violazioni ambientali. Antonio Puliafico, Francesco Coppolino, Roberto Saija e Gaetano Buglisi sono stati condannati a un anno e tre mesi di reclusione. Sei mesi, invece, sono toccati a Domenico Catalfamo. La Regione Puglia, costituitasi parte civile, avrà diritto a 20mila euro come provvisionale immediata, in attesa che il risarcimento del danno sia vagliato con accuratezza. I manufatti edificati, frattanto, saranno demoliti.