Allerta Meteo al Sud: cosa fare in caso di alluvione? Ecco come comportarsi

Allerta Meteo: qualche semplice regola da ricordare per salvaguardarsi durante una alluvione

allerta-meteo-3-640x261La violenta ondata di maltempo che sta per colpire il Sud Italia preoccupa e non poco tutti i cittadini, visto e considerate le conseguenze disastrose che hanno già provocato episodi disastrosi negli ultimi mesi su tutto il territorio italiano. Se prevenire è meglio che curare, ecco che diviene necessario conoscere cosa fare in caso di alluvione per salvaguardare se stessi e chi ci sta intorno. Evitiamo, prima di tutto, di agire d’istinto o di farci prendere dal panico. Fondamentale è mantenere la calma e agire razionalmente. Prendere in mano la situazione quando non si sa esattamente come agire o si è facile preda di ansia e panico è rischioso non solo per la propria persona, ma anche per chi, in quel momento, ci è vicino. Essere sempre pronti con il giusto materiale può essere l’unica mossa in grado di tutelare la nostra incolumità. Non sono necessarie tecnologie di ultima generazione, anzi la radio a batterie è lo strumento migliore da utilizzare in caso di alluvione; per rimanere sempre collegati e aggiornati in tempo reale con le reti locali. Per chi possiede beni in locali a rischio allagamento, è consigliabile trasferirsi in locali più sicuri. Se riuscite ad essere razionali e mantenere sangue freddo, potrete salvare, non solo la vostra famiglia a cui avrete già ricordato di chiudere il gas e telefonare i numeri di soccorso, ma anche i vostri vicini; soprattutto, se siete a conoscenza di disabilità e anzianità, che impediscono la messa in sicurezza. ffrite ospitalità al vicino del piano di sotto, oppure se siete voi il vicino al piano di sotto salvatevi rendendovi utili all’anziano vicino del piano di sopra, possibilmente non utilizzando l’ascensore. Preda del vostro coraggio, chiudete qualsiasi tipo di cantina, seminterrato o porta che possa collegarvi alla strada o può facilmente allagarsi; se ve ne siete ricordati durante l’evento, mettete da parte il vostro eroismo e rimanete al vostro piano. Altra regola fondamentale è non bere assolutamente l’acqua del rubinetto, perchè potrebbe essere inquinata e gettate tutti i cibi che possono essere entrati in contatto con l’acqua dell’alluvione. Se siete fuori casa e in automobile abbandonate la vostra auto e riparatevi nell’edificio più vicino e sicuro; evitate sottopassi, argini e passerelle e non utilizzate il cellulare se non per urgenze e se state facendo un’escursione allontanatevi dagli alberi e dalle scarpate naturali e se siete fortunati e avete incontrato qualcuno della zona, fatevi indicare da lui il posto più sicuro in cui ripararsi. Per avere le idee più chiare, ecco, di seguito il vademecum ufficiale pubblicato dalla Protezione Civile che, riepiloga quanto finora detto.

Prima di un’alluvione

  • Avere a portata di mano una torcia elettrica e una radio a batterie per sintonizzarsi sulle stazioni locali e ascoltare segnalazioni utili;
  • Mettere in salvo i beni collocati in locali allagabili, solo se si è in condizioni di massima sicurezza;
  • Assicurarsi che tutte le persone potenzialmente a rischio siano al corrente della situazione;
  • Se abiti ad un piano alto, offri ospitalità a chi abita ai piani sottostanti e viceversa se risiedi ai piani bassi chiedi ospitalità;
  • poni delle paratie a protezione dei locali situati al piano strada e chiudi o blocca le porte di cantine o seminterrati;
  • se non corri il rischio di allagamento, rimani preferibilmente in casa;
  • ricorda a tutti i componenti della famiglia i comportamenti da adottare in caso di emergenza, come chiudere il gas o telefonare ai numeri di soccorso.

Durante un’alluvione

In casa

  • Chiudi il gas, l’impianto di riscaldamento e quello elettrico. Presta attenzione a non venire a contatto con la corrente elettrica con mani e piedi bagnati;
  • Sali ai piani superiori senza usare l’ascensore;
  • non scendere assolutamente nelle cantine e nei garage per salvare oggetti o scorte;
  • non cercare di mettere in salvo la tua auto o i mezzi agricoli: c’è pericolo di rimanere bloccati dai detriti e di essere travolti da correnti;
  • aiuta gli anziani e i disabili del tuo edificio a mettersi al sicuro;
  • non bere acqua dal rubinetto di casa: potrebbe essere inquinata.

Fuori casa

  • Evita l’uso dell’automobile se non in casi strettamente necessari;
  • se sei in auto, non tentare di raggiungere comunque la destinazione prevista. Allontanati il più possibile dalla zona allagata e se puoi trova riparo in un edificio sicuro;
  • evita di transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua, sopra ponti o passerelle;
  • evita i sottopassi perchè si possono allagare facilmente;
  • se sei in gita o in escursione, affidati a chi è del luogo: potrebbe conoscere delle aree sicure;
  • allontani verso i luoghi più elevati e non andare mai verso il basso;
  • evita di passare sotto scarpate naturali o artificiali;
  • non ripararti sotto alberi isolati perchè durante un temporale potrebbero attirare fulmini;
  • usa il telefono solo per casi di estrema necessità per evitare sovraccarichi delle linee.

Dopo l’alluvione

  • Raggiunta la zona sicura, presta la massima attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità di protezione civile, attraverso radio, TV e automezzi ben identificabili della protezione civile;
  • evita il contatto con le acque. Spesso l’acqua può essere inquinata da petrolio, nafta o da acque di scarico. Inoltre può essere carica elettricamente per la presenza di linee interrate;
  • fai attenzione alle zone dove l’acqua si è ritirata. Il fondo delle strade può essere indebolito e potrebbe collassare sotto il peso di un’automobile;
  • getta i cibi che sono stati in contatto con le acque dell’alluvione;
  • presta attenzione ai servizi, alle fosse settiche, ai pozzi danneggiati. I sistemi di scarico danneggiati sono serie fonti di rischio.

Da tenere a portata di mano in casa

  • kit di pronto soccorso e medicinali;
  • generi alimentari non deperibili;
  • scarpe pesanti;
  • scorta di acqua potabile;
  • vestiario pesante di ricambio;
  • impermeabili leggeri o cerate;
  • torcia elettrica con pila di riserva;
  • radio e pile con riserva;
  • coltello multiuso;
  • fotocopia documenti di identità;
  • chiavi di casa;
  • valori ( contanti, preziosi)
  • carta e penna.