Aeroporto dello Stretto, Dieni (M5S): “il volo Reggio-Milano è fondamentale per la continuità territoriale”

 

aeroporto-dello-stretto“Non esiste continuità territoriale senza il volo Reggio Calabria-Milano Linate: ciò significa relegare il sud della Calabria all’isolamento”. E’ categorica la deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni ritornando sulla soppressione della tratta che collega l’aeroporto dello Stretto al capoluogo lombardo. “La soppressione del volo” continua la parlamentare “non è tollerabile. E’ per questa ragione che, alla ripresa dei lavori parlamentari, presenterò immediatamente un’interrogazione e chiederò appuntamento con la dirigenza di Alitalia. So bene che questo probabilmente poco influirà sulle decisioni dell’ex compagnia di bandiera, ma ciò che è certo è che la sottoscritta farà la sua parte per i calabresi. Nel contempo per questa battaglia mi auguro di non essere sola ma che anche qualche altro rappresentante della politica calabrese, specialmente quelli che hanno responsabilità di governo si diano una mossa. Su questa battaglia il Movimento 5 Stelle c’è ed è disponibile a lottare con chiunque si attivi davvero per non consentire un tale sfregio ai cittadini di Reggio Calabria. Sarei curiosa di sapere, a questo proposito, se il Governatore Oliverio nel recente incontro con il ministro Delrio sui trasporti calabresi abbia fatto menzione della questione.” “Anch’io, nel mio piccolo, come molti altri cittadini, viaggio in aereo per andare a svolgere il mio incarico come portavoce in Parlamento, a Roma, e conosco molti casi di persone che, pur avendo lavoro al nord, non rinunciano a tornare a casa. Qui hanno magari i genitori, i coniugi, i fidanzati e non si rassegnano a recidere i loro legami con la loro terra. E’ una realtà che non offre possibilità di lavoro, una zona da cui molto spesso si è obbligati a fuggire. Ma ogni calabrese è legato al suo paese, alle sue radici. Io sono una di loro e comprendo la violenza incalcolabile che si sta loro perpetrando obbligandoli a viaggiare fino a Lamezia partendo alle 5 del mattino o obbligando i passeggeri a fare un viaggio di 3 ore e mezza con scalo a Fiumicino”. Conclude la deputata reggina: “Non so come si sia arrivati a questo punto. Io so solo che qualsiasi responsabile politico con poteri decisionali che abbia anche un minimo di senso di responsabilità dovrebbe ora picchiare i pugni a Roma e fare il possibile per rimuovere il vertice della Sogas che ha portato al disastro dell’Aeroporto dello Stretto. Assicuro che, se si porranno in essere queste azioni, il Movimento 5 Stelle reggino c’è e darà il suo pieno sostegno”.