A Palermo atterra il primo volo diretto da Seoul

grande-aereo-in-voloSono sbarcati ieri pomeriggio, alle 17.13, all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo, i duecento turisti coreani che hanno viaggiato con il primo volo diretto da Seoul operato dalla Korean Air. Ad accoglierli in aeroporto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo, il presidente della Gesap Fabio Giambrone e il console onorario della Repubblica di Corea per la Sicilia Antonio Di Fresco. “Questo volo conferma il momento positivo che sta attraversando l’aeroporto di Palermo, con l’incremento del traffico passeggeri e l’aumento delle compagnie aeree che stanno investendo sul nostro territorio – ha detto Orlandoil collegamento diretto Seoul/Palermo si traduce in prestigio per lo scalo, con l’auspicio che sia il primo di una lunga serie. L’importanza di questa tratta – ha aggiunto – è confermata anche dalla possibilità di mettere in collegamento il sito Unesco Palermo arabo-normanna, così come gli altri siti siciliani inseriti nella lista del World Heritage, con i siti Unesco della Repubblica di Corea dove ha sede la World Federation of UNESCO Clubs“. Il volo di ieri, primo diretto dalla Corea, è il risultato di una fase di promozione ed accoglienza di alcuni operatori coreani in Sicilia. I 200 coreani faranno un tour dell’isola di una settimana organizzato dalla Hanjin Travel di Seoul, di cui fa parte il tour operator Kaltour (controllato dalla Korean Air) che aggiungerà, alle circa tredici destinazioni dirette in Europa, anche quella di Palermo. L’Airbus 330/223 è ripartito alle 19.40 alla volta di Seoul. Il prossimo volo è previsto per il 3 ottobre. “E’ stata una giornata importante per la Sicilia – ha commentato Di Frescoquesto volo diretto costituisce l’inizio di un percorso che punta a creare le condizioni per un collegamento stabile tra Corea e Sicilia. Un collegamento che porta con sé opportunità di sviluppo sia dal punto di vista turistico che dal punto di vista economico. Un’iniziativa possibile grazie al supporto e alla collaborazione dell’ambasciata della Repubblica di Corea in Italia“.