Tre ragazze con sindrome di down lavoreranno in un resort in Calabria

lavorare al barSono tre le ragazze calabresi della sezione di Catanzaro dell’Associazione Italiana persone Down che da sabato inizieranno un’esperienza lavorativa in un resort ad Isola Capo Rizzuto. Antonia di 23 anni, Ester di 21 e Raffaella di 22 lavoreranno rispettivamente al bar, al servizio colazione e come receptionist nel Cala Greca Resort. Il lavoro, che dura una settimana, e’ un primo passo per la sensibilizzazione sul territorio calabrese sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilita’ intellettiva. “Questa prima esperienza sul campo, che per le tre protagoniste – e’ scritto in una nota – e’ il primissimo approccio con il mondo del lavoro, nasce dalla sensibilizzazione effettuata sul territorio nell’ambito del progetto “Lavoriamo in rete”, promosso dall’Aipd Nazionale e finanziato dalla Fondazione con il Sud”. Il progetto coinvolge 13 operatori e 13 Sezioni Aipd (35 persone con sindrome di Down e 35 famiglie), sei regioni nel Sud Italia e le due Isole (Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria, Termini Imerese). Il risultato segue quello gia’ ottenuto dalla sezione Aipd di Oristano con due stage che si stanno attualmente svolgendo in Sardegna.