Serie D, il comunicato della FIGC che spaventa la Reggina. Ma è un errore…

Per l’ammissione in soprannumero alla prossima serie D, la FIGC parla del Barletta che in realtà non ha presentato neanche la domanda d’iscrizione e ripartirà dall’Eccellenza. Una svista? Si attende la rettifica…

figcDopo Parma e Monza, il Presidente Federale ha deliberato di ammettere in soprannumero al Campionato di Serie D 2015/2016 anche le società FC Grosseto SSD, Venezia FC Srld e Asd Barletta 1922, le associazioni sportive che hanno ricevuto l’accreditamento dei Sindaci delle rispettive città ed hanno posto in essere gli adempimenti previsti dall’art. 52, comma 10 delle NOIF dopo la mancata ammissione al Campionato di Divisione Unica Lega Pro di FBC Unione Venezia Srl, US Grosseto FC 1912 e SS Barletta Calcio S.r.l. Le nuove società dovranno ora adempiere alle prescrizioni previste dalla Lega Nazionale Dilettanti – Dipartimento Interregionale entro le ore 19:00 del 13 agosto 2015“.

reggina logo anticoQuesto il testo del comunicato stampa emesso oggi pomeriggio dalla FIGC. Balza subito all’occhio l’assenza della Reggina e la presenza del Barletta, che in realtà ha presentato domanda d’iscrizione per l’Eccellenza (non la D) come il Varese, allegando una somma di 100.000 euro richiesta appunto per l’Eccellenza (per la serie D invece bisognava versare 350.000 euro, come fatto regolarmente dalla nuova Reggina).

Ribadiamo per l’ennesima volta che non c’è alcun motivo per cui la FIGC non dovrebbe accogliere la domanda di ammissione in soprannumero della nuova Reggina alla serie D: si tratta di un atto dovuto in base alle norme federali. Dopo il pasticcio di due settimane fa con lo svincolo dei calciatori avvenuto dopo l’ok alla proroga per l’iscrizione, sarebbe clamoroso un altro gesto palesemente contro il club amaranto. Attendiamo la rettifica della nota, in quanto l’errore comunicativo è palese.