Secondo grave atto intimidatorio al sindaco di Palizzi Walter Scerbo

L’azione amministrativa, per la seconda volta, è stata occasione per manifestare gravi propositi criminosi da parte di ignoti

palizziIl primo grave episodio si è verificato a febbraio scorso, a seguito del riconoscimento della cittadinanza onoraria a Mimmo Nasone, Referente regionale di “Libera”, ed a Tiberio Bentivoglio, vittima di mafia, quando è stata recapitata una lettera di minacce di morte al Sindaco, Walter Scerbo, ed al referente regionale di Libera, Mimmo Nasone.

Venerdì scorso il secondo atto intimidatorio, con il recapito di una lettera manoscritta diretta al sindaco, contenente minacce di morte, con modalità uguali ad quelle di un recente gravissimo fatto di cronaca , ed accompagnata da un articolo del “Quotidiano della Calabria”, relativo all’attività di bonifica del litorale costiero posto in essere dal Comune.

Il Sindaco, dopo aver immediatamente avvertito del fatto il Comandante della Compagnia Carabinieri di Bianco, Cap. Francesco Donvito, ed il Comandante della Stazione Carabinieri di Palizzi Marina, Maresciallo Giuseppe Serino, ha provveduto a formalizzare la denuncia dell’accadimento.