La Regione Calabria ha istituito la Conferenza permanente per il coordinamento delle politiche nell’Area dello Stretto

Battaglia: “la Conferenza avrà sede presso il Consiglio Regionale della Calabria e vedrà, in prima fila, le due Regioni Sicilia e Calabria con i suoi rappresetanti istituzionali come interlocutori forti nei confronti del Governo centrale e dell’Europa”

Stretto-di-Messina“Con la Legge di Stabilità (L.R. n.12/2015), la Regione Calabria ha istituito la Conferenza permanente interregionale per il coordinamento delle politiche nell’Area dello Stretto. Si tratta di un organismo istituzionale importante, sul quale credo molto essendone stato il proponente, e di uno strumento fondamentale per programmare e attuare finalmente quelle politiche condivise di valorizzazione, integrazione e conurbazione tra le Città di Messina , Reggio Calabria e Villa San Giovanni” afferma in una nota il consigliere regionale del Pd Domenico Battaglia. “La Conferenza avrà sede presso il Consiglio Regionale della Calabria e vedrà, in prima fila, le due Regioni Sicilia e Calabria con i suoi rappresetanti istituzionali come interlocutori forti nei confronti del Governo centrale e dell’Europa per dare risposte certe alle comunità che si affacciano sullo Stretto in tema soprattutto di infrastrutture, mobilità , trasporti , ambiente, turismo, università e ricerca scientifica e tecnologica. Lunedì prossimo – prosegue- il Consiglio Regionale sarà chiamato ad approvare il regolamento che ne disciplini la composizione, il funzionamento e la struttura organizzativa della Conferenza e si darà ,così, piena attuazione alla legge e la stessa potrà iniziare ad operare. Si tratta di un appuntamento di portata storica perchè per la prima volta si instaura concretamente un rapporto di collaborazione interistituzionale tra le Regioni Sicilia e Calabria di coordinamento – conclude- attraverso il quale si darà vita a politiche di sviluppo condivise e che potranno incidere positivamente sulla vita sociale ed economica dei cittadini residenti nei comuni e nelle province di Reggio Calabria e Messina”.