Reggio: a Terreti un cittadino si incatena all’Ufficio Postale, dilagano le proteste contro la chiusura annunciata [FOTO]

A Terreti i cittadini hanno deciso di combattere fino all’ultimo la decisione, ancora non ufficiale, di chiudere l’Ufficio Postale della zona, l’unico che permetterebbe ai cittadini residenti di svolgere i servizi postali e dunque di soddisfare un loro diritto

terreti3Come avevano preannunciato i giorni scorsi, i cittadini di Terreti hanno mantenuto la promessa di “fare protesta” contro la decisione di chiudere l’Ufficio Postale di Terreti.  Stamani, un gruppo di cittadini ha occupato l’Ufficio Postale ed uno di loro, Carmelo Genovese, si è incatenato mostrando un cartello con su scritto: “Con questa posta sono nato e per questo posta lotterò fino alla morte”.

Lunedì 7 Settembre 2015 le Poste di Terreti, frazione collinare del Comune di Reggio Calabria, dovrebbero chiudere lasciando oltre 1500 cittadini – i pensionati e piccoli risparmiatori sarebbero i più colpiti-  privi di un ulteriore presidio in una zona periferica già “trascurata” dalle Istituzioni. Ed i cittadini non ci stanno. Eppure solo qualche mese fa (marzo 2015) le parole di Poste Italiane e dello stesso Sindaco Giuseppe Falcomatà avevano un “suono” diverso ed avevano lasciato qualche speranza agli abitanti di Terreti, che costituitisi sotto forma di comitato spontaneo “La periferia non va trascurata”, adesso promettono battaglia. Molti dei residenti infatti sono persone anziane per cui, la chiusura dell’Ufficio ostacolerebbe loro la possibilità di soddisfare un loro diritto, quello di svolgere i servizi postali necessari.