Reggio, il sindaco: “riapre il cantiere del centro civico di Pellaro”

Reggio, a settembre ripartiranno i lavori di manutenzione ordinaria  del centro civico di Pellaro per eliminare le infiltrazioni d’acqua provenienti dal tetto

Pellaro“Riapre il cantiere del centro civico di Pellaro dopo anni di parziale agibilità e di transenne che ne impediscono il normale accesso”- è quanto affermato dal sindaco Giuseppe Falcomatà, durante il sopralluogo effettuato a Pellaro.  Assieme al sindaco gli assessori Armando Neri, Angela Marcianò, Giuseppe Marino, Mattia Neto, Giovanni Muraca, Antonino Zimbalatti e Agata Quattrone. Presenti anche i consiglieri Valerio Misefari, Giovanni Latella, Nancy Iachino, Antonio Ruvolo, Rocco Albanese e Riccardo Mauro. Sebbene inaugurato non troppo tempo fa, presenta già numerosi problemi. A settembre ripartiranno i lavori di manutenzione ordinaria per eliminare le infiltrazioni d’acqua provenienti dal tetto. Interventi di riparazione interesseranno i servizi igienici e prevedranno la sostituzione dei sanitari mancanti e il ripristino dell’impianto idrico allo scopo di garantire sicurezza e salubrità degli ambienti di lavoro. Sarà revisionato, altresì, l’impianto elettrico con sostituzione di plafoniere e punti luce. “Il centro civico di Pellaro, è di fondamentale importanza: la struttura deve essere resa agibile nella sua totalità restituendola alla comunità. I locali, infatti, potranno essere utilizzati come centro di aggregazione, e perché no, essere a disposizione per associazioni di giovani ed anziani”.   Il sopralluogo è proseguito poi nella zona di Punta Pellaro e Fiumarella, un’area che necessita di urgente riqualificazione: “Parchi lineari marittimi per rendere più appetibili le nostre coste; la località Punta Pellaro ci rende unici al mondo, un posto in cui si può e si deve sviluppare un turismo che non sia solo di nicchia, ma sia per tutti e soprattutto per tutto l’anno”, ha affermato il sindaco Falcomatà incontrando i numerosi reggini e turisti che si recano in questa zona della città per praticare kitesurf.  “Abbiamo un clima favorevole per lo sviluppo dello sport del kitesurf. Il vento che soffia su Punta Pellaro e Fiumarella, è il nostro punto di forza per sviluppare il turismo del vento. Il nostro compito è quello di individuare risorse esterne, come ad esempio i fondi comunitari attraverso i quali riuscire a programmare e costruire qualcosa di nuovo e di unico per la città in ottica metropolitana. La nostra unicità è il paesaggio, è la risorsa naturale della nostra terra e del nostro mare”. “Dopo anni di nulla cosmico, le periferie adesso sono al centro dell’attenzione dell’Amministrazione comunale”, ha dichiarato il sindaco che ha poi visitato la nuova chiesa di Pellaro e l’associazione culturale Luna Gialla, punto di aggregazione per numerosi anziani. Qui, il primo cittadino, accolto a festa, ha ascoltato le richieste dei cittadini, parlando di raccolta differenziata, dei problemi presenti sul territorio e rispondendo alle domande dei presenti. «Pellaro, è da qualche mese interessata alla raccolta differenziata porta a porta, chiediamo pertanto la collaborazione di tutti i cittadini, affinché questa zona possa divenire un fiore all’occhiello della nostra città».