Reggio, il Sindaco e l’Assessore sul sequestro del cantiere del Corso Garibaldi: “rispetteremo i tempi”

Nella giornata di ieri, è stata sequestrata l’area di cantiere del nuovo Corso Garibaldi di Reggio, compresa tra piazza Duomo e via Foti. Falcomatà e Marcianò: “i lavori continueranno ed i tempi saranno rispettati”

Corso Garibaldi“I lavori sul Corso Garibaldi continueranno ed i tempi saranno rispettati. L’allarmismo gratuito ed acritico di certa stampa non ha ragione d’essere. Nel provvedimento di sequestro, di cui ovviamente si fa solo incompleto cenno, e che ha riguardato i lavori di “Ripristino vecchia pavimentazione e ristrutturazione cunicoli di servizio del Corso Garibaldi”, si dispone soltanto che siano osservate dai tecnici comunali e dall’impresa appaltatrice le precise prescrizioni di esecuzione delle opere che erano state già concordate e che, tra l’altro, sono state già scrupolosamente osservate negli ultimi mesi” affermano in una nota il sindaco Falcomatà e l’assessore Marcianò“Non è stato imposto – proseguono- alcun fermo dei lavori, nessun blocco dei cantieri, e non c’è alcun rischio che non possa svolgersi normalmente la processione della sacra effigie della Patrona della Città. Insomma -aggiungono- contrariamente a quanto divulgato dall’organo di stampa locale sul problema, e che nella sua resocontazione appare ispirato alla dissennata logica del sensazionalismo e della disinformazione, forse a beneficio di chi non ha a cuore le sorti di questa Città, il provvedimento giudiziario non incide sul cronoprogramma dei lavori e non delude le aspettative della collettività sulla puntualità della loro ultimazione, ma è funzionale – concludono- solo all’accertamento di presunte irregolarità certamente datate a prima dell’avvento della nuova Giunta e Consiliatura reggina”.