Reggio, servizio “chi–ama-bus”: consegnati i primi tre minibus agli operatori che hanno aderito al progetto “muoversi meglio”

CHIAMABUS  consegna minibusI primi tre minibus da 9 posti, di cui uno allestito per il traporto di portatori di handicap,  sono stati consegnati  agli operatori economici  che hanno aderito al  progetto “Muoversi meglio” varato dall’Amministrazione provinciale con i fondi Pisl del Por – Calabria – FERS 2007 -2013.

La consegna dei pulmini è stata fatta dal presidente dell’Ente intermedio, Giuseppe Raffa, all’azienda “Costa viola bus”, alla cooperativa  “Pace  salus” di Reggio Calabria e alla cooperativa “San Giorgio” di Stilo. Alla consegna degli autobus presenti anche l’assessore provinciale ai Trasporti Mario Candito e gli ingegneri Domenica Catalfamo e  Giuseppe Amante, rispettivamente dirigente e funzionario dei settore “Trasporti e Viabilità” della Provincia.  Il prossimo 13 agosto saranno consegnati altri tre automezzi, mentre  il parco macchine  sarà completato da  un bus da 50 posti dotato di pedana  di sollevamento per disabili.

Il servizio è partito sperimentalmente lo scorso 20 luglio:  al suo attivo  numerosi servizi che hanno interessato sia la città di Reggio Calabria sia la provincia. E grazie ad agevolazioni tariffarie previste per alcune fasce d’utenza si sono stati effettuati collegamenti con località dove sono ubicate  strutture sanitarie. La tipologia del servizio “ChiAmaBus”  si caratterizza  nella forma del noleggio con conducente.

“I primi dati forniti da queste due settimane di sperimentazione del servizio – ha sostenuto il Presidente Raffa -sono molto indicativi e confermano l’utilità di un progetto varato per venire incontro alle esigenze di quanti hanno la necessità di spostarsi  tra i vari centri della provincia e da questi con la città capoluogo. I trasporti sono una precondizione di sviluppo del territorio  e il un momento  di tagli ai trasferimento statali e di servizi di pubblica utilità, l’Ente da me  guidato  continua   svolgere un ruolo di sussidiarietà”.

Per l’assessore Candito “ il nuovo servizio accorcia le distanze tra territori interni e centri commerciali,  poli sanitari, strutture ferroviarie ed uffici pubblici. L’avvio del servizio ci soddisfa e sono certo che, una volta a  pieno regime, sarà in grado di aiutare quanti hanno grandi difficoltà negli spostamenti e soprattutto  gli anziani”.