Reggio: progetto regionale di formazione per educatori per l’infanzia

educatori per l’infanziaIl Regolamento di attuazione del 23 settembre 2013, n. 9 definisce i requisiti organizzativi e strutturali dei servizi educativi per la prima infanzia della Regione Calabria e indica in particolare i requisiti e i titoli necessari per ricoprire il ruolo di educatore per l’infanzia.

La norma prevede una specifica deroga per i soli educatori che non essendo in possesso dei titoli previsti, per garantirsi la continuità lavorativa sono vincolati alla frequenza documentata di una specifico corso di formazione e aggiornamento su tematiche educative.

Il Regolamento, tra l’altro, fissa al 1° gennaio 2018 il termine ultimo oltre il quale tutti i nuovi educatori assunti nei servizi per l’infanzia dovranno essere in possesso di diploma di laurea in ambito educativo-pedagogico.

La Uil Scuola di Reggio Calabria, sezione paritaria e privata, al fine di salvaguardare l’operativa del personale educativo che da anni opera nei servizi per l’infanzia ha presentato alla Regione Calabria una specifica proposta formativa denominata “Professione educatore nei nidi d’infanzia e servizi integrativi”. Il corso di formazione regolarmente autorizzato dal Dipartimento 7, Settore Politiche Sociali della Regione Calabria, é rivolto prioritariamente agli educatori che avendo avuto un rapporto contrattuale in mansioni attinenti i servizi educativi per la prima infanzia potranno derogare al possesso dei titoli indicati. Ma l’esperienza formativa proposta è indirizzata anche a coloro che in possesso di diploma in ambito educativo pedagogico (magistrale, liceo socio-psico-pedagogico, etc.) potranno svolgere l’attività di educatore purché, se non già esistente, instaurino un rapporto di lavoro entro il 31 dicembre 2017.

Il Regolamento prevede anche l’attivazione degli strumenti dell’autorizzazione e dell’accreditamento dei servizi educativi e richiede la presenza del coordinatore pedagogico a garanzia di un’elevata qualità educativa. Nella consapevolezza che, nelle nostra realtà regionale,  tali figure professionali non hanno avuto concrete opportunità di costruire percorsi esperienziali di rilievo, il programma formativo del corso é rivolto anche verso tutti gli educatori, in possesso di laurea specifica, che intendono cogliere l’opportunità di ricevere una formazione pratico-laboratoriale che mira allo sviluppo di competenze spendibili in ambito lavorativo, con particolare riferimento a quanti operano o intendono operare nelle strutture private accreditate.

Le recenti indicazioni della legge 107 individuano la necessità di percorsi formativi, iniziali e permanenti, per la preparazione e la qualificazione degli educatori dei servizi per l’infanzia e pertanto con questa iniziativa la sezione paritaria e privata del sindacato reggino partecipa concretamente all’implementazione del sistema integrato già previsto dalla Legge Regionale del 29 marzo 2013 n. 15. La proposta formativa mira a costituire professionisti dell’infanzia che rivestendo un ruolo cruciale nel promuovere gli interventi possano sostenere, attraverso pari opportunità, il successo educativo dei bambini. L’iniziativa intende trasferire agli educatori le conoscenze e competenze necessarie per favorire lo sviluppo cognitivo, socio-emotivo dei bambini, imparando a predisporre il progetto educativo e ad organizzare il funzionamento dei servizi sulla base di precise conoscenze culturali, normative e appropriate abilità tecniche e relazionali.

La qualificazione del personale educativo diventa quindi la principale priorità dell’agenda della UIL scuola nel settore dell’educazione pre-scolare, segnando una vera e propria svolta, come tra l’altro attestato dalla Comunicazione Europea del 2011: “consentire a tutti i bambini di affacciarsi al mondo di domani nelle condizioni migliori”.

Il corso di formazione è organizzato dalla Uil Scuola reggina, sezione paritaria e privata, in tre distinte sedi (Reggio Calabria – Palmi – Locri/Siderno), con numero di posti limitati e soggetto al raggiungimento di un minimo di 30 partecipanti, fino ad un massimo di 40 partecipanti per sede. E’ basato su tematiche innovative, metodologie esperienziali e strumenti concreti applicabili nella pratica professionale degli educatori con incontri interattivi in aula su base teorico-tecnica, performance laboratoriali e stage aziendali. Organizzato con 200 ore complessive prevede tre moduli tra di loro complementari: un percorso di base di 40 ore, un percorso di qualificazione di 60 ore, ed infine uno stage aziendale di 100 ore presso strutture educative per la prima infanzia. Lo stage, attraverso lo sviluppo di laboratori in campo ed attività di osservazione, ricerca e studio, avrà lo scopo di verificare se le conoscenze e le competenze acquisite durante la parte teorica-laboratorio sono state realmente apprese dal corsista e gli permetterà di acquisire abilità pratiche, di sperimentare il lavoro d’equipe, ma soprattutto di crearsi una vantaggiosa opportunità di lavorare nel settore dell’infanzia.

A conclusione del corso sarà rilasciata agli allievi un attestato di frequenza e una certificazione dell’avvenuta integrazione formativa, agli aventi diritto, da parte del Dipartimento Politiche Sociali della Regione Calabria con la possibilità di svolgere il ruolo di educatore.

Il corso è coordinato dalla prof.ssa Ivana Padovan, dell’Università “Ca’ Foscari di Venezia”, si avvarrà di formatori qualificati e della collaborazione di responsabili di strutture per l’infanzia ricadenti nel territorio provinciale di Reggio Calabria.

I dettagli e le info della proposta formativa sono disponibili presso la segreteria della UIL Scuola paritaria e privata di Reggio Calabria, via Giuseppe De Nava n. 122, (facebook: Uil scuola paritaria e privata) o richiedibili direttamente a scuolenonstatalirc@uilscuola.it