Reggio, Maiolino e Caracciolo: “anche in estate una fitta coltre di nebbia avvolge Palazzo San Giorgio”

Reggio, presentata questa mattina la richiesta di accesso ai curricula inviati presso Palazzo San Giorgio dagli aspiranti rappresentanti del comune in enti, aziende, istituzioni, società partecipate o controllate dall’Ente”

palazzo san giorgioPresentata questa mattina dai Consiglieri comunali Maiolino (RF) e Caracciolo (FI) la richiesta di accesso ai curricula inviati presso il Comune di Reggio Calabria dagli aspiranti rappresentanti del comune in enti, aziende,  istituzioni, società partecipate o controllate dall’Ente. “La richiesta  doverosa in virtù del ruolo di controllo conferito a noi della minoranza dall’elettorato regginoLe nomine di questi giorni tanto discusse non sono solo il frutto di una calda estate, che non risparmia neanche Palazzo San Giorgio (ormai palazzo a gestione privata), bensì anche il risultato di quella delibera n. 8 del 2014, cui c’eravamo fortemente opposti in seno al Consiglio Comunale per il paventato rischio di nomine un po’ troppo fiduciarie da parte del Sindaco. Ragion per cui vorremmo conoscere il CV degli aspiranti (più di 200), al fine di comprendere se la scelta sia ricaduta effettivamente sulle migliori espressioni, volendo credere che le parentele certe e così chiacchierate siano solo una casualità” affermano Maiolino e Caracciolo. “In quella seduta consiliare noi della minoranza avevamo richiesto espressamente con un emendamento di inserire criteri più stringenti per le nomine, in modo tale da non lasciare al Sindaco troppa carta bianca. La richiesta – proseguono-nasceva dalla consapevolezza che il Sindaco, in quanto essere umano, è fallibile per natura e non basta infatti il richiamo alla mitologia greca per dimostrare la bontà dell’agire amministrativo. Ci farebbe piacere conoscere il parere dei nostri colleghi della maggioranza chiusi dentro uno spaventoso  silenzio, forse dettato dal fatto che in quella seduta consiliare di dicembre 2014 avevano espresso piena fiducia nelle scelte del Sindaco, che sicuramente a loro dire avrebbe agito diversamente rispetto ad amministrazioni del passato, lontano da quella mentalità di parentopoli. Siamo sinceramente preoccupati che la loro fiducia sia stata  disattesa. Se queste sono le premesse – concludono- auspichiamo che l’estate volga presto al termine, sperando che con l’arrivo di giornate più fresche, le scelte dell’amministrazione siano più ponderate, trasparenti e volte al bene della cosa pubblica”.