Reggio, l’assessore Neto sui Gazebo: “il Tar ha deciso senza ascoltare la controparte, la sospensiva è valida fino al 23 settembre”

Reggio, la nota dell’assessore alle attività produttive Mattia Neto sul decreto di sospensione del sequestro dei Gazebo

gazebo sequestrati Reggio (7)Apprendiamo della pubblicazione del decreto di sospensione inaudita altera parte (ossia, senza ascoltare la controparte) della ordinanza di sgombero dei gazebo siti sul Lungomare Matteotti della nostra città. A tal proposito, occorre specificare che, come si può ben notare dall’esame del provvedimento in questione, il Presidente del TAR di Reggio Calabria ha ritenuto di dover provvisoriamente sospendere l’esecuzione degli atti impugnati solo ed esclusivamente in quanto “[…] l’indifferibilità della sollecitata cautela consegue al pregiudizio riveniente dalla disposta chiusura dell’esercizio commerciale; il quale pur dimostrando consistenza prevalentemente economica nondimeno rivela la presenza di ricadute anche di carattere occupazionale; e, comunque, evidenzia perplessi profili di eventuale ristorabilità per equivalente […]”. In base a tale decreto il TAR di Reggio Calabria, essendo fissato l’esame dell’istanza di sospensiva in data 23 settembre 2015, ha ritenuto, nel frattempo, di sospendere fino alla data dell’udienza tutti i provvedimenti di sgombero dei gazebo solo ed esclusivamente per la tutela. In sostanza, sospende in attesa dell’udienza per la sospensione del provvedimento. La decisione adottata oggi con decreto, pertanto, non riguarda in alcun modo l’attività amministrativa posta in essere dal Comune , nè la correttezza dei relativi atti. Il decreto di accoglimento sarà, infatti, efficace solo fino alla data della camera di Consiglio (ossia fino al 23 settembre). Il Comune provvederà a dare immediata attuazione al provvedimento del TAR, in attesa di conoscere la pronuncia del prossimo 23 settembre“. Lo afferma in una nota l’assessore alle attività produttive del Comune di Reggio Calabria, Mattia Neto.