Reggio, controlli e perquisizioni nel territorio: arrestato un 39enne per lesioni nei confronti della moglie

Reggio, arrestato in flagranza per i reati di detenzione abusiva di una pistola con la matricola abrasa e per lesioni aggravate, un 39enne che aveva colpito con il calcio della suddetta arma l’ex compagna

arresti-manetteLa scorsa settimana la Polizia di Stato ha continuato i servizi integrati di controllo del territorio svolti nell’ambito del piano di azione nazionale e transnazionale “Focus ‘ndrangheta”, impiegando  nei comuni di San Giorgio Morgeto, Rosarno, Molochio, Polistena, Melicucco, Santa Cristina d’Aspromonte e Oppido Mamertina, complessivamente 14 equipaggi dei Commissariati di Cittanova, Gioia Tauro, Palmi, Polistena e Taurianova, 38 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, 6 equipaggi della Polizia Scientifica di Gioia Tauro, 6 unità cinofile antidroga della Questura di Reggio Calabria nonché equipaggi e velivoli del 5° Reparto Volo della Polizia di Stato di Reggio Calabria. Le attività operative si sono concretizzate effettuando posti di controllo straordinari durante i quali sono state controllate 311 persone, 139 autoveicoli, ed effettuate 9 perquisizioni personali sul posto. Inoltre sono state eseguite 27 perquisizioni domiciliari con 1 denuncia all’Autorità Giudiziaria per omessa custodia di armi legalmente detenute. Sono stati, altresì, elevati 6 verbali per infrazioni al Codice della Strada. Nella città di Reggio Calabria il personale dell’ Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, impegnato in servizio di controllo del territorio, ha arrestato in flagranza per i reati di detenzione abusiva di una pistola con la matricola abrasa e per lesioni aggravate, un trentanovenne che aveva colpito, poco prima, con il calcio della suddetta arma l’ex compagna per la quale è stato necessario l’intervento dei sanitari del locale Pronto Soccorso per curare le ferite lacero-contuse provocatele alla testa.