Volo Reggio-Milano, i consiglieri di maggioranza contro Alitalia: “così danneggia la nostra città”

Aeroporto dello Stretto, la nota dei consiglieri comunali di maggioranza sulle scelte di Alitalia

aeroporto-dello-stretto“E’ totalmente condivisibile l’assunto per il quale non si può immaginare di investire sul turismo senza un piano di infrastrutture all’altezza che consenta uno reale sviluppo del territorio, tale da creare collegamenti semplici, ma soprattutto efficienti, valorizzando e potenziando la posizione geografica che ha Reggio Calabria ,  centrale nel Mediterraneo e di importante rilievo nel mezzogiorno del Paese. Supportiamo con forza e convinzione la posizione assunta dal sindaco Giuseppe Falcomatà rispetto all’interlocuzione necessaria con Alitalia per ripristinare il collegamento diretto dall’aeroporto dello Stretto a Milano Linate, con partenza nella fascia oraria mattutina e rientro in serata” affermano in una nota il capigruppo del Pd Antonino Castorina, Antonio Ruvolo Capogruppo del Psi, Demetrio Martino Capogruppo del Cd ed il delegato del Sindaco il consigliere comunale Francesco Gangemi. “E’ una decisione assurda, quella intrapresa, specie se si pensa che nell’ultimo piano degli aeroporti, lo scalo di Reggio Calabria è annoverato tra quelli di rilevanza nazionale. Su questo  -prosegue-  emerge la necessita di un intervento diretto del Ministro Graziano Delrio affinchè intervenga presso i vertici del vettore superando definitivamente questa posizione che nei fatti danneggia la nostra città. Senza alcun senso e fuori da ogni ragionevole logica per chi conosce le problematiche del territorio calabrese  appaiono anche, in questa situazione di difficoltà,  le dichiarazioni rese dall’On. Ernesto Carbone rispetto ad una sua posizione favorevole alla chiusura dello scalo reggino. La nostra idea -aggiunge- ma nei fatti anche quella del governo che ha considerato pochi giorni fa il nostro scalo di rilievo nazionale, è totalmente opposta a questo assurdo ragionamento :  riteniamo necessario potenziare l’offerta su Reggio Calabria e aprire una nuova fase che possa rilanciare definitivamente lo scalo reggino e di conseguenza la nostra città e l’area integrata con Messina”, concludono.