Reggina, Praticò: “nessuno pensi che rischieremo di andare in galera con il fallimento per vincere un campionato”

Reggina, le parole del Presidente Mimmo Praticò durante la presentazione del nuovo Direttore Generale Gabriele Martino

conferenza cozza falcomatà praticò (9)Queste le parole di Mimmo Praticò durante la presentazione di Gabriele Martino: “il Centro Sportivo Sant’Agata è stato utilizzato nel modo migliore possibile, è il migliore di tutto il Sud. Chiediamo di utilizzarlo, in toto o in parte. Non sta a noi fare battaglie per questo, la Reggina ha bisogno di questo e noi lo chiediamo con umiltà, educazione e in punta di piedi. Chiediamo l’aiuto delle istituzioni per questo. Sui nostri obiettivi, se qualcuno pensa che dobbiamo rischiare di andare in galera per sperare in una promozione, mettendo a repentaglio il club che potrebbe fallire, non ha capito niente. Sono capricci di qualcuno dire che dobbiamo vincere chissà quanti campionati di seguito. Noi non metteremo a rischio le nostre famiglie e le nostre aziende, lavoreremo per ottenere il massimo possibile ma sempre in modo oculato, perché non possiamo rischiare certo di fallire. Abbiamo fatto un piano economico sfidandoci, senza pensare se oggi abbiamo le disponibilità o meno. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Se c’è qualcuno migliore di noi, sarò il primo ad accoglierlo a braccia aperte. Serve l’aiuto dei giornalisti, i giornalisti devono capire lo sforzo che sta facendo questa città. Non vogliamo che ci dicano ‘bravi’, ma neanche andare a trovare l’ago nel pagliaio per stabilire se una cosa è stata fatta male. Così non si va da nessuna parte, non cresceremo mai. Qui ci sono tanti giovani giornalisti, vi dico che dobbiamo essere tutti uniti in questa città, altrimenti non possiamo avere il coraggio di guardare i nostri figli negli occhi perché stiamo costruendo un mondo sbagliato. Noi stiamo dando l’anima per questa squadra, vi chiedo di fare altrettanto a voi. Il nostro piano economico, oltre ai 350.000 euro che abbiamo dovuto spendere per l’iscrizioni, è di 450/500.000 euro per il piano sportivo. Dopodiché aspettiamo gli operatori di questa città che hanno a cuore la Reggina, e che si mettano accanto a noi. Abbiamo bisogno di contributi di una certa consistenza, altrimenti ci prenderemmo in giro. Le nostre risorse non sono infinite. Abbiamo già versato 350.000 euro che erano un obiettivo importante. Adesso si pensa ogni giorno ad un calciatore nuovo, ad un calciatore di qualità, ma noi non possiamo seguire questa strada. Stiamo valutando di fare un ritiro, anche se è difficile trovare strutture alberghiere vicine agli impianti sportivi nella provincia di Reggio. Ce n’è qualcuna, fino ad un certo periodo del mese di agosto sono piene, quindi stiamo valutando dove poter organizzare il ritiro. Ancora non abbiamo deciso, vi informeremo appena troveremo la soluzione ideale con un albergo vicino alle strutture calcistiche. Abbiamo già parlato invece con Giusva Branca per fare una sinergia con la Viola, volevamo fare un abbinamento degli abbonamenti, ma non c’è stato il tempo. Adesso vedremo di trovare altre soluzioni per una forte sinergia affinchè Reggina e Viola diano una collaborazione forte di come i dirigenti possono lavorare insieme”.