Reggina, oggi arriva Di Bella ma preoccupano le sue condizioni fisiche. Si lavora per Nicola Fiore

Reggina, oggi la prima amichevole nel ritiro della Piana ma la società continua a lavorare sul mercato

nicola fioreOggi pomeriggio Ciccio Cozza sarà costretto ad inventarsi la formazione per la prima amichevole stagionale, con un solo difensore centrale a disposizione (D’Angelo): mentre continua la preparazione pre-campionato, la società è al lavoro sul mercato perché eccezion fatta per l’attacco e per i due centrocampisti più affidabili per un posto tra i titolari (RoselliLavrendi), bisogna ancora costruire gran parte dell’organico. Conferme per l’arrivo di Pietro Marino in porta, un colpo importante per esperienza e qualità, in difesa il nuovo centrale potrebbe essere Fabrizio Di Bella, centrale di 27 anni che arriverà in gruppo stasera dopo l’amichevole. Dopotutto preoccupano le sue condizioni fisiche e dovrà essere attentamente valutato da mister Cozza e dallo staff sanitario. Di Bella, infatti, dopo l’esperienza di Barletta, lo scorso autunno ha avuto un grave infortunio e ha subito un intervento al crociato del ginocchio quando era in forza alla Vigor Lamezia, senza mai più ritrovare il posto da titolare in squadra neanche a fine stagione dopo il rientro dall’infortunio. Nelle ultime settimane è stato in prova al Monopoli, ambizioso club pugliese che potrebbe essere ripescato in Lega Pro, ma dopo settimane di allenamenti non è stato tesserato proprio per i postumi dell’infortunio che danno ancora problemi al ginocchio.

Intanto a centrocampo Cozza vuole Nicola Fiore (nella foto), 27 anni che può giocare anche da ala destra. E’ un elemento di classe e qualità, nelle ultime 7 stagioni ha giocato sempre in Lega Pro, nell’ultimo anno ha vinto il campionato con il Teramo ottenendo la promozione in serie B. Cozza l’ha già allenato a Catanzaro e lo conosce molto bene. E’ un centrocampista offensivo con il vizietto del gol: ha sempre segnato in ogni stagione, addirittura nel 2012 in Seconda Divisione di Lega Pro con il Chieti ha realizzato 8 gol in 37 partite, un gol anche l’anno scorso nella trionfale cavalcata del Teramo promosso in serie B. Per i Dilettanti potrebbe essere devastante, ma per assicurarsi le sue prestazioni bisogna superare la concorrenza di Ancona e dello stesso Monopoli.