Il Porto di Gioia Tauro si blocca: sciopero dei lavoratori per il rilancio della struttura [FOTO e VIDEO]

Mobilitazione di massa dei lavoratori Sul per chiedere il rilancio del Porto di Gioia Tauro e per chiedere l’apertura di un tavolo di confronto

Protesta Porto (6)Sono centinaia i portuali di Gioia Tauro che hanno aderito allo sciopero proclamato per oggi dal coordinamento del Sindacato unitario lavoratori (Sul). La mobilitazione è stato organizzata per chiedere il rilancio della struttura. I lavoratori in coro affermamo: “vi è una costante situazione di crisi e la mancanza di reali prospettive per il mantenimento dei livelli occupazionali, vista la non condivisione dell’accordo sulla gestione della Cigs e del progetto per la gestione degli esuberi. Noi lavoratori- proseguono- stigmatizziamo il comportamento aziendale in merito ai mancati impegni sull’aumento dei volumi e crediamo sia  fondamentale aprire un tavolo permanente e trovare tutte le possibili soluzioni al caso”. Nello scalo di Gioia Tauro attualmente tutte le gru sono alzate a dimostrazione che la movimentazione dei container è ferma. Alle iniziative promosse dal sindacato hanno aderito anche i sindaci del territorio, tra i quali Giuseppe Pedà, sindaco di Gioia Tauro, Michele Conia, sindaco di Cinquefrondi e Michele Tripodi, sindaco di Polistena Al sit-in hanno partecipato delegazioni della sinistra comunista, il Movimento 5 Stelle, il consigliere regionale de “La Sinistra” Gianni Nucera, rappresentanti istituzionali e movimenti di lotta del territorio. Inoltre, davanti al gate portuale si è svolta un’assemblea nel corso della quale è stato annunciato “che la mobilitazione non finirà con lo sciopero di oggi ma continuerà fino a quando non arriveranno risultati e impegni concreti per rilanciare lo scalo come risorsa per lo sviluppo della Calabria e del Mezzogiorno”.

Le immagini della protesta dei lavoratori del Porto di Gioia Tauro [VIDEO]