Platì (Rc): individuata l’ennesima piantagione di droga, composta da 253 piante di cannabis

Platì, le forze dell’ordine hanno individuato e successivamente estirpato l’ennesima piantagione di droga, composta da 253 piante di cannabis indica, tutte alte, in media, un metro

CannabisIn contrada Marcato Agro, frazione di Cirella del Comune di Platì, i Carabinieri della Compagnia di Locri, con il supporto dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e dell’8° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Vibo Valentia, hanno individuato e successivamente estirpato l’ennesima piantagione di canapa indica, composta da 253 piante di cannabis indica, tutte alte, in media, un metro (si tratta di una specie nana, quella definita “olandese”, particolarmente florida – sviluppa ramificazioni e fogliame bassi – e facilmente occultabile per via delle ridotte dimensioni in altezza). Il valore dello stupefacente, qualora immesso sul mercato, avrebbe superato i 250.000 €uro. L’impianto di irrigazione utilizzato era, al solito, conforme alla morfologia del territorio e presentava a monte una fonte di acqua naturale, collegata alla piantagione mediante l’interramento e l’occultamento  - tra la vegetazione e gli anfratti del terreno – di tubi di gomma che giungevano presso la piazzola ove era stato realizzato un impianto c.d. “a goccia” che rilasciava gradualmente l’acqua necessaria per l’irrigazione. Tale sistema, che si attiva con un rubinetto collocato a monte della fonte, consente a chi realizza la piantagione di recarvisi solo saltuariamente, riducendo così il rischio di essere colto in flagranza. A seguito dell’occorso, i Carabinieri – previa campionatura – hanno provveduto al sequestro di una parte della sostanza stupefacente che verrà ora inviata presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria, per effettuare le successive analisi di laboratorio necessarie a individuare il principio attivo dello stupefacente in esse contenuto. Le restanti piante sono state distrutte con il fuoco sul posto. Sale così a 27 il numero delle piantagioni scoperte dai Carabinieri del Gruppo di Locri dall’inizio dell’estate, 19 gli arresti, 8 i deferimenti a piede libero, 4.731 le piante sequestrate e poi distrutte. Sequestrati, per ora, oltre 32 kg di marijuana. In tutto l’anno scorso, invece, le piantagioni erano state 34, le piante 3.671, la marijuana 266,996 kg, gli arresti per lo specifico reato 13, mentre le denunce a piede libero 4.