Palermo, contrabbando di reperti storici: denunciato un uomo

Palermo,  4 ago. (askanews) - Vari oggetti d'interesse storico e culturale sono stati sequestrati dai funzionari doganali e dai militari della Guardia di Finanza, ad un viaggiatore in arrivo all'aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo. Tra gli oggetti vi erano statuette da presepe, tabacchiere, scatole portaoggetti, un orologio da taschino e nove monete d'oro di epoca normanna, prodotte dalla zecca siciliana, di rilevante interesse archeologico. I periti della Soprintendenza dei beni culturali e ambientali di Palermo hanno fatto risalire gran parte dei reperti ad un periodo compreso tra la fine del XVII secolo e l'inizio del XIX. Gli oggetti erano contenuti nel bagaglio a mano del passeggero italiano, proveniente dalla Svizzera, che non è stato in grado di esibire la documentazione giustificativa del valore e della provenienza degli stessi. L'uomo è stato denunciato per contrabbando, e la merce sequestrata. XpaVari oggetti d’interesse storico e culturale sono stati sequestrati dai funzionari doganali e dai militari della Guardia di Finanza, ad un viaggiatore in arrivo all’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo. Tra gli oggetti vi erano statuette da presepe, tabacchiere, scatole portaoggetti, un orologio da taschino e nove monete d’oro di epoca normanna, prodotte dalla zecca siciliana, di rilevante interesse archeologico.

I periti della Soprintendenza dei beni culturali e ambientali di Palermo hanno fatto risalire gran parte dei reperti ad un periodo compreso tra la fine del XVII secolo e l’inizio del XIX.
Gli oggetti erano contenuti nel bagaglio a mano del passeggero italiano, proveniente dalla Svizzera, che non è stato in grado di esibire la documentazione giustificativa del valore e della provenienza degli stessi.
L’uomo è stato denunciato per contrabbando, e la merce sequestrata.