Odissea per i passeggeri del treno Palermo-Roma, 4 ore di ritardo

Partito da Palermo ieri alle 18.30, il treno 1954 diretto a Roma sarebbe dovuto arrivare a destinazione alle 7.13 di stamane, invece e’ giunto poco prima delle 11, con quasi 4 ore di ritardo

Binari-trenoPartito da Palermo ieri alle 18.30, il treno 1954 diretto a Roma sarebbe dovuto arrivare a destinazione alle 7.13 di stamane, invece e’ giunto poco prima delle 11, con quasi 4 ore di ritardo, accumulati alla stazione di Messina, dove il convoglio e’ rimasto a lungo fermo in attesa dei passeggeri provenienti da Siracusa e arrivati solo a tarda notte – in autobus - “per il calo della tensione elettrica lungo la tratta jonica - dice una delle passeggere rimaste bloccate nella citta’ dello Stretto, Ilaria Papandrea, di Torino -. Questo e’ quello che ci hanno detto, lasciandoci sui binari al caldo, senza aria condizionata e senza alcuna assistenza”. “Siamo partiti da Messina – aggiunge la donna – soltanto alle 2 di notte. I passeggeri stranieri erano sbigottiti. Tutto e’ saltato, ognuno prendeva posto dove poteva, senza piu’ distinzione tra prima e seconda classe. Qualcuno e’ salito su un altro treno partito da Palermo alle 21.10 e arrivato stamane a Roma insieme al nostro, con ‘solo’ un’ora di ritardo”. “Preoccupa sapere - conclude Papandrea – che davanti a difficolta’ come quelle capitate a noi non ci sia nessuno a cui rivolgersi, a parte il personale viaggiante: a Messina, uno snodo importante, non c’e’ un capostazione”.