Muore l’artista calabrese Francesco Guerrieri, maestro delle arti gestaliche

Francesco GuerrieriFrancesco Guerrieri, il maestro delle arti gestaliche, programmate e strutturalista, dopo una breve malattia è morto ieri a Soverato, in provincia di Catanzaro, all’età di 84 anni. Nato a Borgia, un paesino della Calabria ionica, si era trasferito a Roma nel 1939 dove aveva costruito il suo percorso formativo. Fondatore del Gruppo 63, insieme a Di Luciano, Drei e Pizzo, Guerrieri aveva cominciato la sua ricerca artistica nel 1958 dando vita ad una serie di lavori informali polimaterici che poi segnarono il suo intero percorso creativo di artista avanguardista e sperimentale. Ricerca che poi culminò con la grane opera-ambiente intitolata ‘immaginazione’, presentata nel 1978 a Roma al Palazzo dell’Esposizioni. Moltissime le personali di rilievo che lo videro protagonista in Italia e all’estero. Tra le più recenti la collettiva al Mart di Rovereto del 2011 e la retrospettiva al Maca del 2012 e la partecipazione a ”Arte, cinema e cinetica” alla Gnam di Roma sempre nel 2012. Per il 2016 rimane invece in programma una sua grande mostra antologia al Marca di Catanzaro.