Milazzo, turismo accessibile: firmato un protocollo fra Inail, Aism e Finp

L’obiettivo dell’atto è far sì che tutti possano vivere una vacanza, indipendentemente dalla disabilità e garantendo i servizi

aismUn progetto di turismo accessibile, per consentire a chiunque di vivere una vacanza in modo soddisfacente, per garantire alle persone con disabilità la fruibilità dei servizi di spiaggia e delle attività di balneazione. E’ questo l’obiettivo del protocollo di intesa siglato da INAIL e AISM, in collaborazione con il comune di Pace del Mela, FINP e CIP Sicilia.

I cittadini con disabilità, a causa della loro condizione, non devono vedere limitata la possibilità di disporre in piena autonomia e libertà del tempo libero e, quindi, anche del loro diritto allo svolgimento delle attività turistiche e ricreative.

La finalità del progetto è favorire la vita di relazione, incentivando spazi e luoghi d’integrazione e socializzazione, contrastando condizioni di isolamento sociale. Giornate a mare in pieno relax per svolgere attività sportive e ricreative sia in acqua che in spiaggia, con l’assistenza e la presenza continua di tecnici specializzati.

Un progetto voluto fortemente dal direttore regionale INAIL, Daniela Petrucci, che ha siglato l’accordo con il presidente regionale AISM, Angelo La Via, ed il presidente regionale FINP, Ninni Gambino.

In particolare fino al 6 settembre, per sostenere la persona con disabilità, l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) Onlus, gestore dello stabilimento “Open Sea” di Milazzo, curerà la formazione dei propri operatori e volontari in materia di accessibilità e accoglienza; potenzierà la funzionalità dello stabilimento, in particolare aumentando la dotazione già esistente di carrozzine per lo spostamento sulla sabbia e per il bagno in mare con l’aiuto di un accompagnatore; migliorando la segnaletica indicante i percorsi ed i servizi accessibili alle persone con disabilità. L’amministrazione di Pace del Mela assicurerà il servizio di trasporto di andata e ritorno degli utenti disabili dalle loro abitazioni allo stabilimento balneare.

LA FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico Delegazione Regionale Sicilia) provvederà al coordinamento del progetto, alla fornitura ed alla formazione dei tecnici e degli assistenti tecnici per l’assistenza in acqua e l’orientamento sportivo dei soggetti con disabilità e garantirà la competenza, l’esperienza e la copertura prevista dalla legge necessaria allo svolgimento delle attività;

inailL’INAIL sede di Messina-Milazzo si occuperà delle spese relative  ai compensi dei tecnici ed assistenti di nuoto della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico che si occupano dell’orientamento sportivo in acqua.

Il tratto di arenile in cui si svolgerà il progetto è lo stabilimento balneare Open Sea che si trova a Milazzo, nel tratto di litorale di ponente. Il lido Open Sea è realizzato e gestito dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) Onlus – Sezione Provinciale di Messina.

AISM è l’unica organizzazione in Italia che interviene a 360 gradi sulla Sclerosi Multipla attraverso la promozione, l’indirizzo e il finanziamento della ricerca scientifica, la promozione e l’erogazione dei servizi, la rappresentanza e l’affermazione dei diritti delle persone con SM affinché siano pienamente partecipi e autonome.

Il “valore aggiunto” del progetto è rappresentato dalle attività assistenziali offerte: la persona con disabilità è accompagnata e supportata, a seconda delle sue esigenze ed del suo reale bisogno, nelle varie attività che svolge durante tutta la permanenza al lido. Si punta alla piena inclusione sociale basata sulla non discriminazione e sulle pari opportunità, permettendo a tutte le persone di vivere e godere pienamente dei beni e dei servizi esistenti. Inoltre l’accessibilità è un diritto umano e la fruibilità del tempo libero e dell’ambiente deve essere garantita a tutti i cittadini con attenzione alle diverse esigenze.