Migranti forzano blocco macedone. Oltre 2mila soccorsi al largo della Libia

Immigrati, in migliaia sono riusciti ad oltrepassare le barricate della polizia macedone al confine con la Grecia: la polizia pare abbia utilizzato granate assordanti nel tentativo di respingerli

Migranti (9) Migliaia di migranti sono riusciti ad oltrepassare le barricate della polizia macedone al confine con la Grecia. Lo riferiscono i media locali, secondo cui la polizia ha utilizzato granate assordanti, per la seconda volta in due giorni, nel tentativo di respingerli. Stando ad A1 TV, la polizia – che ha ricevuto il sostegno militare da quando giovedì la Macedonia ha dichiarato una situazione di emergenza – ha disteso una seconda fila di filo spinato tra il territorio macedone e i rifugiati bloccati all’esterno. Migranti alla deriva soccorsi al largo della Libia – Continuano intanto i soccorsi nel Canale di Sicilia. La centrale operativa della Guardia Costiera di Roma sta coordinando in queste ore ben 18 operazioni dopo le richieste giunte da barconi e gommoni al largo delle coste libiche con a bordo almeno duemila persone. Dei 18 interventi nel Mediterraneo, finora 7 sono stati portati a termine. Sul posto sono state inviate le navi Diciotti e Fiorillo della Guardia Costiera, oltre a quattro motovedette. Alle operazioni di soccorso prendono parte anche navi di Frontex, unità navali della Marina militare e della Guardia di Finanza. Finora, rende noto la Marina Militare, sono 939 i migranti, a bordo di due barconi sovraffollati e senza dotazioni di sicurezza, soccorsi da Nave Vega, inserita nel dispositivo ‘Mare Sicuro’, e nave Cigala Fulgosi, in pattugliamento nel Mediterraneo. La Guardia Costiera riferisce che 322 migranti sono stati tratti in salvo dal Siem Pilot, unità inserita nel dispositivo Triton (Frontex). Altre 111 persone su un gommone sono state soccorse dalla motovedetta Cp 324 della Guardia Costiera di Lampedusa, mentre 187 migranti su due gommoni sono stati tratti in salvo dalla motovedetta Cp 291.