Messina, una task force per fronteggiare l’emergenza: Giunta in pole per il dopo Mantineo

Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, vara una struttura per tentare di salvare il salvabile e recuperare così i fondi Pac. I tempi d’azione sono ridotti: per questa ragione il nuovo assessore potrebbe entrare in carica già la prossima settimana. Fra i papabili circola con insistenza il nome di Gaetano Giunta

nino mantineoQuando un assessore, nel tentativo d’intercettare finanziamenti, deve presentare le dimissioni per smuovere le acque, capisci che un’esperienza di governo volge al termine. Eppure Nino Mantineo lo ha confessato senza troppe remore: la sua decisione di rimettere il  mandato ha innescato quella scossa di cui l’Amministrazione aveva bisogno. Nella giornata di ieri, come vi abbiamo raccontato, Renato Accorinti e Guido Signorino hanno tentato di andare a fondo di questa vicenda, scandagliando i dossier irrisolti all’interno dell’assessorato ai servizi sociali. Dal confronto è emersa la volontà di costituire una “task force” per fronteggiare l’emergenza e recuperare le somme venute meno. A questa realtà operativa dovranno offrire un contributo sostanziale non soltanto i dirigenti dei Dipartimenti interessati, ma anche i dipendenti comunali che operano per la riuscita degli interventi in cantiere. Frattanto, sotto il profilo politico, inizia il toto-nomine per capire chi erediterà il mandato di Mantineo. In pole position c’è Gaetano Giunta, considerato un tecnico sensibile alle istanze del cambiamento, già assessore di Franco Provvidenti, ormai libero da ogni incarico dopo la conclusione della sua esperienza alla guida dell’Horcynus Orca.