Messina, ragazza trovata morta spiaggia: per i testimoni “è un luogo molto degradato”

Messina, le testimonianze dei bagnanti sulla zona in cui è stata ritrovata la giovane morta

 cadavere spiaggia messina“Siamo sconvolti veniamo spesso qui a fare il bagno, non pensavamo potesse accadere qualcosa del genere, e’ un posto molto tranquillo, anche se abbandonato dalle istituzioni”. Lo dice Maria Giordano che spesso si reca nei pressi della spiaggia del Ringo dove a’ stato trovato il cadavere della ragazza di 25 anni. “Spero – prosegue – che qualcuno riconosca questa povera giovane”. Il presidente della quinta circoscrizione Santino Morabito sottolinea che la zona, che prima era uno dei fiori all’occhiello della citta’, anche luogo storico di ritrovo per pescatori, e’ da anni trascurata dalle istituzioni e per questo e’ spesso frequentata da malviventi o drogati. “Quanto accaduto – dice Morabito – e’ l’ennesima prova che, nonostante per riqualificare il lungomare siano state investite ingenti risorse pubbliche, poi non e’ stata fatta l’adeguata manutenzione e il luogo e’ stato quindi sempre piu’ abbandonato”. “I problemi di conflitto di competenze, hanno aggravato la situazione. – aggiunge – Nonostante i nostri appelli l’amministrazione comunale non ha inteso risolvere il problema e oggi il lungomare del Ringo e’ degradato e non e’ sottoposta a nessun tipo di controllo. Ora l’autorita’ portuale interverra’ per ripristinare la sicurezza dei luoghi, dove vandali e mare hanno divelto la strada, i giochi per bambini e rovinato la spiaggia”.