Messina, un passo indietro sull’Amam: il Comune batte un’altra via

L’ordinanza che segnava il passaggio di competenze e personale dall’Ato all’Azienda Meridionale Acque Messina è stata revocata. Era passibile d’illegittimità

sede amamL’ordinanza che doveva imprimere la svolta nella celerità d’azione dell’Amam con il trasferimento di servizi e personale dall’Ato 3 all’azienda che si occupa dell’erogazione idrica è stata revocata. La decisione, presa dall’assemblea dei soci (leggasi Comune), è arrivata sulla scia di alcuni pareri legali che avrebbero convinto l’Amministrazione cittadina della scarsa oculatezza di una mossa simile. Un trasferimento ordinario, con la definizione della multiservizi che verrà, appare allora la strada più probabile per perseguire il medesimo fine attraverso altre modalità. A quel punto spetterà al Consiglio Comunale pronunciarsi sulla nuova impostazione deliberata dalla Giunta. La deadline è fissata al 31 dicembre.