Messina, Nino Interdonato (Pdr) sale sul podio: per lui la scuola Anci rivolta ai giovani amministratori

Il vicepresidente del Consiglio comunale terzo in classifica dopo le selezioni per accedere al percorso formativo denominato “nuove città metropolitane e gestioni associate: dal riassetto istituzionale all’organizzazione economica”

DR-Picciolo-Greco-InterdonatoUn messinese nella terra di Dante per dimostrare che la classe politica meridionale ha i numeri per ben figurare a tutte le latitudini. Visibilmente soddisfatto il vicepresidente vicario del consiglio comunale di Messina Nino Interdonato che ha ottenuto il pass per partecipare a fine settembre al percorso formativo denominato “Nuove città metropolitane e gestioni associate: dal riassetto istituzionale all’organizzazione economica”. Alla selezione hanno preso parte gli amministratori pubblici under 35 ed in base ai titoli presentati è stata stilata una graduatoria che ha visto il consigliere comunale del Pdr classificarsi terzo su un totale di 50 posti previsti dal bando.

Il 17 settembre si terrà l’incontro inaugurale a Firenze quindi con cadenza quindicinale i 7 moduli formativi: I modulo “Riordino delle funzioni degli Enti Locali ed esercizio degli spazi di autonomia”, 25-26 settembre; II modulo “Lo statuto e l’organizzazione degli organi politici della Città Metropolitana”, 9-10 ottobre; III modulo “Gestioni Associate Comunali”, 23-24 ottobre; IV modulo “I nuovi strumenti di programmazione economico finanziaria”, 6-7 novembre; V modulo “La riorganizzazione dei servizi”, 20-21 novembre; VI modulo “La riorganizzazione del sistema delle partecipate degli Enti”, 4-5 dicembre; VII modulo,“La trasparenza dell’azione amministrativa e gli strumenti di partecipazione” 18-19 dicembre.

Il percorso di formazione intende qualificare il sistema delle competenze dei giovani amministratori locali, per rapportarsi in modo nuovo con Enti nuovi, fondando questo rapporto sulla piena consapevolezza del proprio ruolo e delle proprie funzioni nell’ambito dell’organizzazione e delle attività del Comune e sulla conoscenza dei più rilevanti elementi che caratterizzano oggi la finanza locale.

A Nino Interdonato sono andati i complimenti del gruppo dei Democratici riformisti al Comune di Messina e dei deputati regionali Beppe Picciolo e Marcello Greco con l’augurio di riuscire a portare sempre più in alto i valori della politica nella città dello Stretto.