Messina, l’ora della verità per l’Ospedale Piemonte

Il Pronto Soccorso del nosocomio di viale Europa rischia la chiusura. Spetterà all’Ars valutare l’ultimo piano di salvataggio: quello concernente la fusione con il Centro Neurolesi Bonino-Pulejo

ospedale piemonte pronto soccorsoIl futuro del Pronto Soccorso dell’Ospedale Piemonte si deciderà nel giro di un mese: i tempi dettati dall’assessore Baldo Gucciardi sono chiari. Spetterà infatti all’Ars valutare il ddl approvato in Commissione Sanità, quello che concede il via libera all’accorpamento col Centro Neurolesi Bonino-Pulejo. Dopodiché, sulla scorta delle indicazioni ricevute, si muoverà ufficialmente l’assessorato. Inevitabile, allora, pensare che nelle prossime settimane cresca nuovamente la tensione attorno al nosocomio cittadino, vagliato il decreto Balduzzi ed il contestuale ridimensionamento della spesa. La necessità di ridurre i costi si affianca alle obiezioni sollevate in passato da Michele Vullo: il manager ha più volte fatto presente come un’offerta quantitativamente importante non si traduca consequenzialmente in un’offerta sanitaria qualitativamente all’altezza. E l’inchiesta in corso sulle condizioni di sicurezza della struttura potrebbe suffragare, almeno in parte, le obiezioni del dg.