Messina, nuovi indagati per la morte di Ilaria

La Procura avrebbe ottenuto dai ragazzi ascoltati l’identikit dello spacciatore di Messina che avrebbe messo in circolazione l’MDMA che ha stroncato la giovane vita della Boemi

ilaria boemiSale a quota cinque il numero degli indagati per la morte di Ilaria Boemi, la sedicenne trovata esanime sul litorale del Ringo. A Lorenza e Giada, le due ragazze finite nel centro del ciclone per aver materialmente passato gli stupefacenti all’amica deceduta, si sono aggiunte altre tre figure di giovane età. Si tratta dei due amici dello Jaci dileguatisi dopo il malore e di un venticinquenne, di cui risulta ancora ignota l’identità, che sarebbe lo spacciatore originario che avrebbe messo in circolo l’MDMA. Tale sostanza, sciolta nella Birra nei pressi del Duomo di Messina, avrebbe creato la miscela esplosiva che ha stroncato la giovane vita della Boemi. Sull’uomo, capelli rasta e sporchi secondo quanto è trapelato in una bozza d’identikit, si starebbero concentrando gli sforzi della Squadra Mobile.