Messina, a Francesco Pira il premio “Soccorso sotto le stelle”

Il riconoscimento premia il siciliano che ha dato lustro alla sua Regione

francesco piraDopo il successo dell’edizione 2014 del “Premio Soccorso Sotto le Stelle” di Gualtieri Sicaminò, consegnato lo scorso anno al giovane scrittore, Alessio Puleo, anche l’edizione 2015 vedrà presente alla manifestazione organizzata e condotta da Francesco Anania, il professor Francesco Pira, che riceverà il riconoscimento per il suo impegno nel campo della cultura. Il Premio attribuito ogni anno “ad un siciliano che dà lustro alla nostra regione in giro per il mondo” sarà consegnato nel corso di una cerimonia dal Sindaco, Matteo Sciotto e dall’assessore allo spettacolo, Pino Bonanno,  dopo domani giovedì 20 agosto.

Francesco Pira, 50 anni, sociologo e giornalista, è docente di comunicazione e giornalismo all’Università di Messina e di comunicazione pubblica e d’impresa all’Università Salesiana di Venezia (IUSVE). Al suo attivo molti saggi ed articoli scientifici sulla comunicazione.

Ha ricevuto tra gli altri i Premi nazionali e internazionali: “La Biglia Verde”, “Pergamene Pirandello”, “Acli sulla Cultura della Legalità”, “Oscar d’Autore” , “Master per la Comunicazione”,  “Fidas-Amico per la comunicazione”, “Penne-Pulite Sarteano”, Athena-Aurea”, “Teleacras-Puntofermo”, “Oscar del Web” e “Mediabile”. Nel giugno 2008 per l’attività di ricerca e saggistica è stato insignito dall’allora Capo dello Stato, on. Giorgio Napolitano, dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

I principali temi di ricerca riguardano: la comunicazione sociale, pubblica e politica. La comunicazione di pubblica utilità. Il rapporto infanzia, adolescenza e nuove tecnologie. L’analisi e monitoraggio dei contenuti di portali pubblici, politici e sociali. L’uso dei social network nella pubblica amministrazione ed in politica.E’ stato relatore in convegni internazionali in India, Thailandia, Grecia, Danimarca, Francia e Belgio. Nel 2010 e nel 2011 è stato coordinatore scientifico e moderatore dell’International Communication Summit che ha visto la presenza di Alastair Campbell, ex portavoce di Tony Blair e di Zygmunt Bauman, uno dei più noti sociologi e influenti pensatori contemporanei.