Messina, diritto alla salute a rischio: l’Usb denuncia tagli al Policlinico

Secondo la sigla, i vertici della struttura starebbero progettando una riduzione di 100 posti letto. Silenzio da Cgil, Cisl e Uil, presenti al tavolo regionale

policlinico-messina1I tagli che si stanno per abbattere sulla sanità messinese metteranno a repentaglio il diritto alla salute dei cittadini. La denuncia viene direttamente dall’Usb, che ha puntato l’indice contro un piano – quello vagliato nei giorni scorsi dalla Direzione Generale del Policlinico – per la riorganizzazione dei servizi. Dietro questa definizione politicamente corretta secondo la sigla si potrebbe leggere la volontà dei vertici di ridurre i posti letto di almeno un centinaio d’unità, penalizzando così l’assistenza sul territorio, ivi considerata l’incertezza attorno al futuro del Piemonte.