Messina, derattizzazione concessa ai privati: due consiglieri invocano trasparenza

Franco Mondello ed Emilia Barrile hanno scandagliato l’ordinanza firmata da Renato Accorinti nel mese di luglio, senza capire perché il servizio di disinfestazione sia stato affidato ad imprese private piuttosto che a MessinAmbiente

palazzo_zanca6_quimessinaUna derattizzazione che lascia perplessi: Emilia Barrile e Franco Mondello hanno letto con stupore un’ordinanza del 7 luglio scorso con la quale il Dipartimento Ambiente di Palazzo Zanca affidava il servizio ad una ditta privata in luogo delle professionalità a disposizione all’interno di MessinAmbiente. In tempi di ristrettezze economiche, secondo i due esponenti del consesso civico, sarebbe stato meglio muoversi nella direzione più ragionevole, stante i finanziamenti già incassati per analoghi interventi da parte dell’ormai ex partecipata di via Dogali. Da qui la richiesta di un chiarimento all’Amministrazione per appurare se non siano state violate de facto le prescrizioni imposte dalla Corte dei Conti nel contenimento della spesa. Un’argomentazione scottante, visti i finanziamenti ridotti messi a disposizione per l’organizzazione della Vara.