Messina, un altro depuratore sequestrato: è l’impianto di Acqualadrone

Il provvedimento firmato da Piero Vinci arriva dopo una serie di rilievi volti ad individuare un pericolo per l’ambiente marino e per l’igiene pubblica

tribunale messinaDopo il sequestro del Depuratore di San Saba è arrivato puntuale un analogo provvedimento per quello sito ad Acqualadrone, requisito per la salvaguardia dell’ambiente marino e costiero e per la tutela sia dell’igiene pubblica che del demanio marittimo dello Stato. Il provvedimento, voluto dal Procuratore Piero Vinci, è arrivato sulla scorta delle segnalazioni della Guardia Costiera in merito al malfunzionamento dell’impianto e alla connessa violazione del Codice Ambientale.