Messina: denunce per guida in stato d’ebbrezza e vari reati

FOTO MAZZA 02Nelle ultime 48 ore i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno proceduto a denunciare all’Autorità Giudiziaria due persone responsabili la prima per guida in stato d’ebbrezza e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e l’altra per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale.

Nel primo caso si tratta di un 21enne  rumeno a bordo di un furgone in via Torrente S. Filippo, presentando una tasso alcolemico pari a 1.19 G/L accertato mediante l’etilometro in dotazione dei militari. Nel corso della perquisizione l’uomo veniva trovato altresì in possesso di una mazza da baseball nascosta dietro un sedile e sottoposta a sequestro (senza giustificato motivo, non si può portare: è un’arma impropria). L’uomo rischia una multa fino a 6.000,00 euro per la guida in stato d’ebbrezza e l’arresto fino a 3 anni per il porto della mazza. Nel pomeriggio di ieri in località Contesse veniva invece fermato un 26enne messinese alla guida di un motociclo, con a bordo moglie e figlioletto di un anno (come da triste frequente abitudine) che a seguito del controllo risultava scoperto di assicurazione e privo dei documenti di circolazione. Alla contestazione delle infrazioni il giovane andava in escandescenza minacciando e oltraggiando i militari operanti. Il mezzo veniva posto sotto sequestro ai fini della confisca ed il conducente dovrà rispondere dei reati di minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, rischiando la reclusione da 6 mesi ad 5 anni pe la minaccia e da 1 a 3 anni per l’oltraggio. Anche lui dovrà presto presentarsi davanti al Giudice.