Messina: contrasto alla guida in stato di ebbrezza. Denunce, arresti e sequestri

NERONI DOMENICO GIOVANNI CLASSE 1988Un ampio servizio di controllo del territorio è stato svolto nelle prime ore di oggi dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina con l’intento di contrastare il grave fenomeno della guida in stato di ubriachezza o sotto l’effetto di stupefacenti. Con l’ausilio della “Stazione mobile” i Carabinieri hanno dispiegato le forze lungo le vie litoranee della città e i risultati non si sono fatti attendere.

4 i denunciati per guida in stato di ebbrezza, 2 per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti finalizzati ad appurare lo stato di ebbrezza, 2 persone segnalate alla Prefettura,un denunciato per evasione ed una persona arrestata: è questo il bilancio dell’attività dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile.

Nel primo caso si tratta di 3 giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni, nonché di una 41/enne, i quali conducevano le loro vetture (con a bordo passeggeri)  nonostante presentassero un tasso alcolemico compreso tra 0,98  e 1,74 g/l. Per costoro è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Messina per guida in stato di ebbrezza e il ritiro della patente. Nel secondo caso, si tratta di due giovani messinesi di 28 anni, i quali, pur presentando evidenti segni di ubriachezza si sono rifiutati di sottoporsi ai previsti accertamenti. Anche costoro sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica con conseguente ritiro della patente.

guida in stato d’ebrezza 2Un giovane 28/enne, invece, presentando un tasso pari a 0,78 (dunque compreso tra 0,5 e 08) è stato segnalato alla Prefettura di Messina con conseguente ritiro della patente. In tutti questi casi, agli interessati è stata impedito di continuare la guida e i mezzi sono stati affidati a conoscenti dopo che anche costoro sono stati sottoposti all’accertamento con etilometro al fine di appurarne la sobrietà.  Nel corso dei controlli, inoltre, una giovane di 20 anni è stata trovata in possesso di un grammo circa di marijuana, così da essere segnalata alla Prefettura di Messina quale assuntrice di droghe.

Nel corso del servizio si è proceduto poi all’intensificazione dei controlli nei confronti dei soggetti gravati da misure restrittive. In tale ambito, un 32/enne agli arresti domiciliari è stato denunciato per evasione poiché sorpreso innanzi la propria abitazione piuttosto che all’interno, ove, invece, i militari hanno trovato un involucro con 4 grammi circa di marijuana, uno contenente 0,3 grammi di  cocaina, una piantina di cannabis e un trita erba. Lo stupefacente è stato sequestrato, mentre il reo, oltre ad essere denunciato è stato segnalato alla Prefettura di Messina quale assuntore di stupefacenti.

E’ stato invece tratto in arresto NERONI Domenico Giovanni, 27/enne pregiudicato di Messina, il quale giorni addietro era stato denunciato dai militari del Nucleo Radiomobile per guida senza patente, nonostante fosse sottoposto ad affidamento in prova ai servizi sociali. Sulla base di tale controllo l’Ufficio di Sorveglianza di Catania ha disposto con uno specifico provvedimento che il NERONI espiasse la pena detentiva a suo carico in carcere, decisione che è stata eseguita appunto nella mattinata odierna.

Il NERONI è stato così condotto presso il Carcere di Gazzi.