Messina, caso Cinzia De Leo: continuano le ricerche. I carabinieri fanno appello a chiunque abbia informazioni

L’area è stata battuta in lungo e largo, ma non ci sono tracce della donna. Da qui la richiesta dei familiari e delle autorità, affinché chiunque abbia visto qualcosa contatti immediatamente il Corpo e offra il proprio contributo

Cinzia-De-Leo-scomparsaNon si ferma la macchina delle ricerche finalizzate al ritrovamento della signora Cinzia De Leo, misteriosamente scomparsa dalla zona di San Saba nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 luglio 2015. Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud, con la preziosa collaborazione dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, hanno effettuato nuove battute con l’impiego di sommozzatori ed unità cinofile per la ricerca molecolare. L’area in cui la donna è stata vista l’ultima volta è stata ormai minuziosamente setacciata per un raggio di diversi chilometri, senza rinvenire alcuna traccia. Ma il fatto che le ricerche siano state effettuate anche in mare e nei dirupi, non significa che ci siano elementi concreti per ritenere con certezza che la donna non sia più in vita o che qualcuno le abbia fatto del male. Ogni ipotesi è ancora aperta e le indagini si stanno sviluppando a 360 gradi per ricostruire cosa sia accaduto nei giorni precedenti e nella notte della scomparsa. E perché la donna non sia tornata a casa. Per questo i Carabinieri e la famiglia rinnovano l’appello a chiunque l’abbia vista quella sera o nei giorni successivi, esortando a contattare il 112 o qualsiasi Stazione Carabinieri per fornire indicazioni che possano risultare utili al suo ritrovamento.