Messina, calci e pugni alla vetrina di un negozio. La polizia la ferma e lei minaccia gli agenti con un bisturi

La donna aveva l’arma in borsetta e l’avrebbe brandita contro gli uomini in divisa dopo essersi avventata, in stato d’ebrezza, contro un esercizio in via La Farina

polizia-800x600E’ successo ieri pomeriggio, intorno alle 15.00, in via La Farina. Una donna, circa 50 anni, palesemente ubriaca, ha preso a calci e pugni la vetrina di un negozio.

Immediato l’intervento dei poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio. Quando gli agenti l’hanno avvicinata per tentare di calmarla, la donna ha tirato fuori dalla borsetta un bisturi e l’ha brandito contro di loro.

Gli agenti sono riusciti a bloccarla, calmarla e a far intervenire personale del 118. La donna è stata denunziata all’Autorità Giudiziaria per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale. I poliziotti se la sono cavata con qualche graffio e contusione.

Il bisturi, della lunghezza complessiva di 20 cm ed una lama di 6, è stato sequestrato.