Messina, 16enne morta. Il Pm: “ipotesi droga è concreta”

foto tratta dai social-network

foto tratta dai social-network

La possibilita’ che la ragazza sia deceduta a seguito dell’assunzione di droga e’ una possibilita’ concreta mentre la possibilita’ che, viceversa, vi sia della droga letale in circolazione e’ soltanto un’ipotesi investigativa sulla quale stiamo lavorando“. Cosi’ il procuratore aggiunto di Messina, Sebastiano Ardita che sta coordinando le indagini sulla morte della sedicenne I. B. domenica notte sul lungomare di viale Liberta’. La ragazza e’ stata soccorsa da un’ambulanza del 118 ma i medici l’hanno trovata agonizzante e per lei non c’e’ stato nulla da fare. Sul corpo non c’erano segni di violenza e neanche buchi sulle braccia. La droga sintetica e’ dunque l’ipotesi sulla quale gli investigatori stanno lavorando e che si sta facendo largo in queste ore: “L‘unica certezza- prosegue Ardita- e’ che i ragazzi devono stare lontani dalle droghe“. Intanto oggi il medico legale Antonio Messina ha eseguito l’autopsia sul corpo della giovane ma i risultati sulle analisi del sangue si avranno solo tra qualche giorno. Gli investigatori “stanno lavorando- afferma Ardita- per ricostruire le fasi che hanno preceduto il ritrovamento della ragazza e per comprendere con chi ha avuto contatti , verificare chi fossero le persone che erano accanto al lei al momento in cui e’ stata abbandonata e poi verificare se la ragazza avesse assunto queste terribili pasticche che circolano e se poi queste pasticche hanno causato la morte“.