Marina di San Lorenzo: sold out per la “Terza Sagra dei Maccheroni” [FOTO]

sagra maccheroni (1)L’estate dell’ hinterland reggino, si è arricchita anche quest’anno di numerosi eventi, con festeggiamenti religiosi e civili, che hanno allietato le giornate e le serate della gente e dei numerosi villeggianti, in questo bollente mese di Agosto. Tra i tanti, quello svoltosi a San Lorenzo Marina, ridente cittadina della costa ionica reggina, con l’annuale festa della SS. Trinità che ha visto, oltre ai momenti liturgici, celebrati dall’ instancabile Don Giovanni Zampaglione e la preziosa collaborazione del Comitato Feste SS. Trinità, lo svolgersi dei festeggiamenti civili, che hanno visto nascere, tra l’amministrazione locale,i residenti i turisti del luogo e le istituzioni religiose, una sinergia, forse unica nel suo genere. Si è infatti conclusa giovedì 13 Agosto, la “Terza sagra dei Maccheroni “ già fissata per sabato 8 agosto, ma che le condizioni meteo avevano fatto rinviare di qualche giorno. Perfetta nella suo svolgimento, la serata, ben gestita dallo “ Staff SS. Trinità ” (oltre trenta persone ) e da tutti coloro che si sono impegnati nella buona riuscita delle’evento,che ha fatto registrare una grande affluenza di pubblico, venuto anche dalla vicina Reggio, per godere della sana degustazione di maccheroni ben cotti, al dente, fumanti, conditi da un sugo da “leccarsi i baffi”, sapientemente preparato dagli addetti ed addette alla cucina, che con grande maestria, hanno servito a puntino i prelibati piatti già colmi. Un pubblico, esemplare, corretto e disciplinato,ha fatto da cornice alla serata, attendendo pazientemente in fila, per assicurarsi i gustosissimi maccheroni, il tutto sotto l’attenta sorveglianza dello staff locale, che con discrezione, ha diretto le operazioni di afflusso e deflusso dei partecipanti, sempre sotto l’occhio vigile dell’onnipresente don Zampaglione e del sindaco Bernardo Russo, che ha goduto, così come tutti, di una serena e distensiva serata, allietata dal concerto dei “ Taranta Jonia Project “ che, con la voce solista di Lelè Tringali, ha espresso quanto di buono c’è nella musica popolare e nei versi del folk calabrese. Il concerto si è poi concluso con il “Ballo du Camiddu” e l’ormai immancabile “Tarantella “. Un’ evento questo , ci dice il parroco, in coro con i suoi collaboratori ,che anche quest’ anno ha riscosso un ottimo successo ,oltre 800 persone sono passate a degustare i maccheroni, per poi portarsi nell’adiacente piazza per ballare e divertirsi con la musica dei “ Taranta Jionia Project .” Mi auguro, conclude Don Giovanni, che “queste serate di divertimento , aiutino a CRESCERE NELLA GIOIA DI STARE BENE INSIEME, DI VOLERCI BENE, E DI ” GAREGGIARE NELLO STIMARCI A VICENDA”.