Manager romano perseguita dipendente in Calabria, arrestato

stalking1Si è invaghito di lei, ha tentato avance fino a perseguitarla con appostamenti e minacce. Vittima una 24enne di origini argentine mentre lo stalker, un 37enne romano, manager responsabile di una società romana in cui la ragazza lavorava, è stato fermato dai carabinieri e posto ai domiciliari. L’uomo, come ricostruiscono i carabinieri, dopo essersi infatuato di una delle proprie dipendenti, ha iniziato ripetutamente a molestarla. Ha organizzato anche delle situazioni lavorative ad hoc per rimanere solo con la donna e ha tentato approcci, ma è stato sempre respinto. La situazione è degenerata quando queste avances sono diventate ossessive: appostamenti, minacce telefoniche e un tentativo continuo di controllare la vita della donna. La giovane ha così formalizzato una prima denuncia e ha deciso di rientrare a Scalea, abbandonando la Capitale. Anche a distanza l’uomo ha continuato a perseguitarla, costringendo la donna ha chiedere aiuto ai carabinieri della stazione di Scalea. Le indagini dei carabinieri hanno portato a un’ordinanza di custodia cautelare a carico del manager romano che, però, da qualche giorno risultava irreperibile sul territorio capitolino. La scorsa mattina a Scalea, forse per avvicinare nuovamente la ragazza, l’uomo è stato notato a bordo della sua auto e, riconosciuto dai militari del Norm di Scalea, è stato fermato e arrestato. L’uomo è stato arrestato e trasferito ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.