L’Isis distrugge il tempio Baal Shamin a Palmira

Il tempio era stato costruito circa duemila anni fa ed era considerato uno dei più importanti di Palmira, chiamata la ‘perla del deserto’ per la ricchezza del suo patrimonio artistico

isis Il direttore delle Antichità e dei musei siriani, Maamoun AbdulkIl tempio era stato costruito circa duemila anni fa ed era considerato uno dei più importanti di Palmira, chiamata la ‘perla del deserto’ per la ricchezza del suo patrimonio artisticoarim, ha confermato che i militanti del sedicente Stato islamico (Is) hanno distrutto il tempio di Baal Shamin a Palmira, uno dei siti archeologici più importanti del mondo. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Dpa.

Il tempio era stato costruito circa duemila anni fa ed era considerato uno dei più importanti di Palmira, chiamata la ‘perla del deserto’ per la ricchezza del suo patrimonio artistico. Secondo Abdulkarim, l’Is ha posizionato una grande quantità di esplosivo all’interno del tempo di Baal Shamin, che si trova a poche decine di metri dal teatro romano della città.

La scorsa settimana i jihadisti dell’Is hanno decapitato l’archeologo siriano Khaled Asaad, capo delle antichità di Palmira, e ne hanno appeso il corpo a una colonna della piazza principale del sito patrimonio dell’umanità. Sempre la scorsa settimana gli uomini dell’autoproclamato califfato hanno raso al suolo il monastero cattolico di Mar Elian a Qaryatain, a sud ovest di Homs e sulla strada che porta proprio al sito archeologico di Palmira.