Lega Pro nel caos, adesso tutti vogliono le 60 squadre: era la strada tracciata da Foti per salvare la Reggina…

Lega Pro, molti club chiedono il ripescaggio perchè “devono esserci 60 squadre”. Intanto oggi sono stati varati i gironi con 4 incognite e con tre gruppi da 18 (54 club complessivi)

LaPresse/Garbuio

LaPresse/Garbuio

Il Presidente della Reggina Lillo Foti aveva indicato questa strada per salvare il suo club in Lega Pro poco più di un mese fa, “in Lega Pro l’anno prossimo dovranno esserci 60 squadre in base alle NOIF“. Aveva ottenuto l’ok dal consiglio federale del 17 luglio, ma dopo sei giorni la FIGC aveva svincolato tutti i calciatori. Oggi sono stati varati i calendari di Lega Pro con tre gironi da 18 squadre, 54 in tutto, di cui ancora 4 incognite in base ai verdetti della vicenda calcioscommesse e al ripescaggio di un club dalla D per sostituire il Castiglione (hanno fatto domanda Monopoli, Taranto, Viterbese, Seregno, Sambenedettese e Fondi). Le incognite dovrebbero essere riempite lunedì prossimo, il 31 agosto, dopo i le sentenze del secondo grado di giudizio, in appello. Con ogni probabilità troveranno spazio il Forlì nel girone A, il Gubbio nel girone B, il Catania e il Monopoli nel girone C.

lillo foti reggina 03Ma intanto ci sono numerosi club (prima il Seregno, poi anche l’Asti, il Taranto e da oggi anche il Messina) che hanno fatto ricorso al CONI per riportare la Lega Pro a 60 squadre come previsto dalle NOIF. Intanto, però, di squadre ce ne sono 54 e quelle che chiedono di portare la categoria a 60 non sono neanche sei, ma al momento 4. A prescindere da questo, i club che hanno presentaro ricorso stanno portando avanti la strada che a luglio il Presidente della Reggina aveva indicato per salvare il glorioso club amaranto. Insieme ai calabresi, il 17 luglio avevano avuto una chance anche Venezia, Varese e Real Vicenza. Poi il 23 lo svincolo dei calciatori da parte della FIGC e quindi la decisione di ridurre il numero delle squadre già da quest’anno. Adesso si può tornare indietro? Intanto domenica prossima, il 6 settembre, dovrebbero iniziare i campionati di Lega Pro e serie D ma, tra calcioscommesse e ricorsi al Coni, la D non ha potuto neanche definire l’organico con la composizione dei 9 gironi.

Che calcio è questo?