Immigrati, a Messina la struttura d’accoglienza “Ahmed” è quasi satura

immigratiIl Prefetto di Messina ha rappresentato al sindaco del capoluogo peloritano, Renato Accorinti, il delicato problema della sistemazione dei minori stranieri non accompagnati che provengono dagli sbarchi di profughi extracomunitari nel porto della città dello Stretto. Com’è noto, si legge in una nota della Prefettura, preso atto che il Comune non aveva provveduto all’allocazione di un notevole numero di giovani, che pertanto continuavano a soggiornare nelle strutture governative per adulti, in una condizione di intollerabile promiscuità, il Prefetto ha adottato lo scorso ottobre un’ordinanza con la quale si adibiva all’accoglienza dei minori, in via del tutto eccezionale e per un periodo limitato una struttura, poi denominata Centro “Ahmed”, destinata in origine all’accoglienza di profughi adulti. Con tale provvedimento i servizi sociali del Comune sono stati messi nelle condizioni di disporre di numerosi posti per un’adeguata accoglienza dei minori. Il centro, a seguito dell’intensificarsi degli sbarchi, che peraltro ultimamente hanno fatto registrare un’impennata della presenza di minori non accompagnati, è prossimo alla saturazione. Pertanto il Comune di Messina dovrà provvedere alla collocazione in adeguate strutture dei ragazzi che dovessero arrivare in occasione di prossimi sbarchi. Il prossimo 25 novembre inoltre scadrà la convenzione con l’ente gestore del centro e, conseguentemente, verrà meno l’ordinanza prefettizia e quindi la disponibilità della struttura. Potrebbe quindi crearsi, a breve, una situazione di seria criticità, che comporterebbe la necessità di reperire un’adeguata sistemazione, a cura del Comune, per i minori presenti al centro “Ahmed”.