I giovani soci del Rotaract di Locri hanno rinnovato la presidenza e proclamato il nuovo direttivo

Locri, nel corso della cena è stata offerta ai partecipanti la possibilità di osservare il cielo stellato accompagnata a una sua breve descrizione, grazie alla presenza degli operatori e dei telescopi del planetario Pitagora di Reggio

RotaryIl Giorno 10/08/2015 a Siderno, presso il Grand Hotel President, i giovani soci del Rotaract di Locri hanno rinnovato la presidenza e proclamato il nuovo direttivo. Alla cerimonia hanno partecipato il governatore del distretto 2100 Rotary, ing. Giorgio Botta, il presidente del Rotary club di Locri, dott. Sergio Hyeraci, il rappresentante distrettuale Rotaract, dr. Stefano Scarpa,  i rotaractiani provenienti dalla Campania e dalla Calabria, molti rotariani, rotaractiani, Sua Eccellenza il Vescovo Mons. Francesco Oliva, i rappresentanti del  Corsecom prof. Mario Diano e l’ing. Edmondo Crupi, i soci del club e simpatizzanti. La cerimonia ha avuto inizio con l’emozionante inno d’Italia, l’inno europeo e quello del Rotary, per poi proseguire con una puntuale relazione dei lavori svolti nei due anni di dirigenza da parte della dr.ssa Annamaria Crupi, presidentessa uscente. Il nuovo presidente del Rotaract di Locri è il giovane Giuseppe Pelle di Antonimina, studente in farmacia all’Università della Calabria. L’intervento del Vescovo Oliva, incoraggiante e affettuoso, con parole dirette ed efficaci ha espresso l’importanza di affiancare i giovani, aiutandoli a diventare protagonisti, permettendogli di usare il loro entusiasmo per migliorare le sorti del territorio. Dopo il simbolico scambio del collare, Giuseppe Pelle ha ringraziato i presenti, in particolare Sua Eccellenza e ha espresso l’orgoglio del club per l’elevato incarico di governatore del distretto 2100 ricoperto da un membro del Rotary di Locri, l’ing. Giorgio Botta e  il profondo riconoscimento per l’eccellente lavoro svolto dalla dr.ssa Annamaria Crupi. Il presidente Pelle ha poi individuato nel connubio continuità-cambiamento la fonte di indirizzo del suo prossimo operato, preannunciando che il Rotaract di Locri sarà parte  integrante e attiva di un tavolo di concertazione per lo sviluppo turistico della Locride, che si sta istituendo e a cui parteciperanno i rappresentanti delle amministrazioni pubbliche locali, provinciali, regionali, esperti, operatori privati e  altri enti. Infine ha ringraziato, per avergli fornito questa occasione, il prof. Mario Diano, presidente del Corsecom, che con convinzione ha delineato un processo di miglioramento possibile e ha presentato il tavolo di concertazione per lo sviluppo turistico. “Questo progetto di cui entriamo a fare parte”, ha detto Pelle, “speriamo possa creare un’altra idea di gestione, di utilizzazione delle peculiarità, di unificazione degli intenti, di un territorio vivo, che creda in un futuro che è possibile costruire”. Ma soprattutto il neopresidente ha posto l’accento sulla speranza che questa iniziativa faccia emergere nei giovani la responsabilità di operare e lavorare costantemente, senza molti piagnistei, per questo territorio e quindi per se stessi, permettendo alla Locride una dignitosa integrazione nei nuovi contesti globali. Non è una sfida facile, ma va intrapresa e vinta. Terminati i lavori, nel corso della cena, è stata offerta ai partecipanti  la possibilità di osservare il cielo stellato accompagnata a una sua breve descrizione, grazie alla presenza degli operatori e dei telescopi del planetario Pitagora di Reggio Calabria. La serata è proseguita a Gioiosa Ionica con una raccolta di fondi destinata all’acquisto di un defibrillatore da donare al Tennis Club di Siderno.