Fs: nuovi progetti per l’accelerazione delle linee Palermo-Catania-Messina e Napoli-Bari

TrenitaliaNuova accelerazione nei progetti per la realizzazione delle linee alta velocità-alta capacità Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina. Sono state infatti approvate, nell`ambito delle disposizioni del commissario per la realizzazione delle opere, l`amministratore delegato di Fs Italiane, Michele Mario Elia, ulteriori progettazioni delle opere propedeutiche alla realizzazione dei due assi ferroviari. Per l`asse Napoli-Bari, il progetto definitivo della viabilità funzionale alla soppressione del passaggio a livello al km 143+833, in Via Calabroni, nel comune di Dugenta (BN, raddoppio tratta Cancello-Frasso Telesino e variante alla linea Roma-Napoli via Cassino). Per l`asse Palermo-Catania-Messina: il progetto preliminare per il raddoppio della tratta Catenanuova- Raddusa Agira; il progetto definitivo di soppressione del passaggio a livello al km 3+639 nel comune di Centuripe (raddoppio della tratta Bicocca – Catenanuova), a seguito della conclusione della conferenza di servizi. È stata inoltre indetta la conferenza di servizi sul progetto definitivo della nuova viabilità al km 13 + 000 nel Comune di Catenanuova. Le nuove disposizioni, che portano a 15 il numero complessivo di ordinanze adottate sino a oggi dal commissario, rappresentano un deciso passo avanti verso l`obiettivo di far partire, entro ottobre 2015, i cantieri delle opere propedeutiche alla realizzazione dei due itinerari ferroviari, cruciali per lo sviluppo del Sud Italia. Tutte le ordinanze, insieme alle novità circa avanzamento di progetti, gare d`appalto e lavori, sono pubblicate sui siti internet fsitaliane.it/fsi/Impegno/Per-lo-Sviluppo, napolibari.it e palermocataniamessina.it. La tempistica dei lavori, in linea con l`iter indicato dallo Sblocca Italia, prevede che entro ottobre 2015 siano operativi i cantieri delle opere propedeutiche, a cominciare da viabilità e cantieristica. Se tutto andrà secondo programma, entro il 2016 saranno avviati i principali cantieri. Il costo complessivo della linea Napoli-Bari è stimato in circa 6 miliardi di euro, di cui 3 già stanziati, quello della Palermo-Catania-Messina è di circa 8,9 miliardi di euro, di cui 830 milioni di euro già stanziati. Altre importanti risorse proverranno dalla recente approvazione, da parte dell`Ue, del programma operativo nazionale reti 2014-2020. A regime, Bari sarà raggiungibile da Napoli in due ore e da Roma in tre ore, Catania sarà raggiungibile da Palermo in un’ora e 44 minuti e da Messina in 43 minuti. Importanti i vantaggi per la collettività in termini sia di qualità dei servizi ferroviari sia di rilancio per l`economia, con positive ricadute in ambito occupazionale, industriale, turistico, sociale e culturale per il Mezzogiorno e per l`intero Paese.