“Fiumara”: il piccolo paese del reggino in cui nacque Mino Reitano

Andiamo quest’oggi alla scoperta di quel piccolo paesino del basso Aspromonte reggino che diede i natali al grande cantautore italiano Mino Reitano

fiumaratoppTutti sappiamo, con certezza, che uno dei più grandi interpreti della canzone italiana in tutto il mondo, Mino Reitano, vide la luce in Calabria; ben pochi, sicuramente, sanno tuttavia che il paese che gli diede i natali è un piccolo abitato di poco più di mille abitanti: parliamo infatti di “Fiumara“, piccolo comune della provincia reggina sito, nello specifico, a nord-est dei confini dell’autorità comunale della città della fata morgana; in dialetto reggino, tuttavia, il termine “Fiumara” si traduce con “Sciumara“, ed il paese di cui oggi trattiamo, viene specificamente designato con l’appellativo “Sciumara ‘i Muru“. Collocato, in maniera vera e propria, “tra mare e monti”, esso è facilmente raggiungibile in macchina a causa della grande vicinanza di esso con l’autostrada A3 (per la quale lo svincolo di riferimento è quello di Campo Calabro); il suolo comunale è poi diviso in svariate frazioni, tra le quali spicca quella di San Nicola, dove vi è anche la sede del comune, cui va aggiunto il Rione Terra, arroccato invece su una collina dalla quale sovrasta il cimitero, e che è peraltro il vero e proprio nucleo storico del paese, in cui sorge anche l’antica chiesa dell’Immacolata, il Palazzo dei Catalani e i ruderi del Castello dei Ruffo di Calabria; attualmente, tuttavia, il rione è semi-rupestre, ma sono in corso dei lavori di riqualificazione dei beni architettonici.

mino-reitano-gente-di-fiumaraUn altro grande rione è poi San Rocco, posto in posizione dominante rispetto a San Nicola, nel quale sorge inoltre anche la chiesa dell’omonimo santo, oggi parrocchiale, e nei dintorni del quale sorge uno storico convento Cappuccino, ora però in disuso. Al rione San Rocco è poi contigua la frazione Croce, da cui parte la strada per il cimitero, dal cui piazzale è anche possibile godere di una panoramica della vallata e dello Stretto; degna infine di menzione è la contrada San Pietro, che diede specificamente i natali, in un ormai lontano 7 dicembre 1944, al grandissimo cantautore Mino Reitano, motivo fondamentale che ci ha indotto oggi a parlare di questo piccolo paesino di uno scarso migliaio di anime. Andando oltre queste note di carattere meramente geografico-descrittivo, dobbiamo notare come il grande Mino non fu un semplice “passeggero” in questa terra, ma che anzi una parte della sua esistenza fu da lui ad essa votata: innanzitutto va ricordato, a riguardo, il fortunatissimo album “Gente di Fiumara”, dedicato alle popolazioni che costellarono la sua vita giovanile; anche se questa non fu l’unica testimonianza del suo attaccamento alla sua e nostra terra: non solo infatti egli si fece avanti nella diffusione, nel mondo, della canzone folk e popolare calabrese (è celebre infatti il suo intervento a Canzonissima, su RaiUno, dove egli cantò “la canzone du ciucciu”), ma fu anche un grande tifoso e sostenitore della Reggina Calcio; a chiosa di tutto ciò va infine detto che la stessa autorità comunale di Fiumara, riconoscente alla memoria di questo grande cantautore, ha infine a lui intitolato una piazza, fiera di avergli potuto dare i natali.

scheda_reitanocalabria1web