Ex miniera dell’ennese tra i siti per rifiuti radioattivi

rifiuti radioattiviUn’ex miniera di salgemma nella provincia di Enna potrebbe candidarsi a ospitare il deposito nazionale di rifiuti radioattivi. Secondo quanto riporta il quotidiano online Siciliainformazioni.com, si tratterebbe di un sito individuato tra Agira, Leonforte e Nissoria. A confermare al quotidiano l’indiscrezione e’ Giuseppe Regalbuto, presidente della Commissione miniere dismesse dell’Urps (Unione regionale delle province siciliane). “Circa 90mila metri cubi di scorie nucleari italiane, derivati dallo smantellamento degli impianti nucleari e dalle operazioni di medicina nucleare, industriali e di ricerca – si legge sul sito – potrebbero arrivare presto in Sicilia. La scelta ricadrebbe su un’ex miniera di salgemma perche’ i depositi salini, per la loro bassa permeabilita’, si prestano a ospitare a lungo termine rifiuti nucleari”. La Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) dovrebbe essere pubblicata tra qualche settimana. Oltre al sito siciliano tra quelli candidati a ospitare il deposito nazionale ce ne sarebbero altri due in Calabria e Basilicata.